Dai libri  ...libri da vedere

Letti da voi    Fogli nel cassetto    Il libro del cuore    Dite la vostra    

Le macchine del santo

a cura di Giancarlo Baronti




< Entrate nel libro

< Read in English

< Guardate le immagini
"Uno studio accurato e scientificamente approfondito sulla tradizione dei 'Pugnaloni' e, più in generale, sulla permanenza in zone vitali della provincia ternana di usanze legate alla terra, al ciclo delle stagioni, a modi di vita che ostinatamente resistono, mimetizzandosi sapientemente, alla diffusione della più evoluta tecnologia e all'informatizzazione generalizzata". Queste le parole usate da Andrea Cavicchioli, presidente della Provincia di Terni, per descrivere "Le macchine del Santo, Allegoria e tradizione nei Pugnaloni di Allerona". Il libro, redatto dal professor Giancarlo Baronti - docente di Storia delle Tradizioni Popolari presso l'Università di Perugia - in collaborazione con Alessandra Seghetta, fornisce un'analisi dettagliata della festa alleronese dedicata a Sant'Isodoro, santo contadino il cui culto è capillarmente diffuso in molte aree rurali. L'evento, pur collocandosi nell'ambito della ricca varietà di manifestazioni incentrate sull'albero di maggio, presenta caratteri di specificità ed unicità tali da conferirgli un'autonoma e ben distinta fisionomia peculiare per la presenza dominante che possiedono all'interno della festa le frasche e i carri processionali detti "Pugnaloni". Il libro, il nono di una collana dedicata ai beni culturali "minori" del territorio della provincia di Terni, si propone di cogliere il senso attuale di una festa che annualmente si rinnova per consentire alla comunità di soddisfare il proprio bisogno di esprimere, attraverso simboli condivisi, il proprio assetto socio-culturale.


<<<  torna all'indice