inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ambiente

Al via la 41ma Mostra Nazionale del Cavallo

Giovedì 6 settembre torna a Città di Castello la Mostra Nazionale del Cavallo, un appuntamento che per quattro giorni porterà l’Umbria all’attenzione nazionale


Il count down per l’inizio della Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello è stato scandito martedì 4 settembre, dalla conferenza stampa di presentazione che si è tradizionalmente tenuta presso la Sala Rossa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Perugia.
Questa importante vetrina del mondo del cavallo continua, anche nella sua 41esima edizione, a sviluppare numerosi aspetti, tutti messi in evidenza durante gli interventi: allevatoriali, sportivi, spettacolari, educativi e riabilitativi. Per quattro giorni, quindi, la manifestazione porterà l’Umbria alla ribalta nazionale, anche dal punto di vista commerciale.

La presentazione ufficiale dell’evento, in programma dal 6 al 9 settembre 2007 prossimi presso la Fattoria Autonoma Tabacchi di Cerbara, è stata presieduta dal cavalier Alviero Moretti, presidente dell’Ente camerale perugino, da sempre vicino alla manifestazione tifernate.
“Siamo contenti - ha commentato Moretti - di far parte, come soci dell’Associazione Mostra del Cavallo, di questa famosa realtà che ha una grande capacità di valorizzare il territorio. Per questo siamo disponibili a seguire il percorso della Mostra anche in futuro”.
Quella del 2007 è infatti la prima edizione della manifestazione gestita totalmente dalla nuova Associazione Mostra del Cavallo, che vede tra i “soci fondatori”, oltre alla Camera di Commercio, anche l’UNIRE, la Regione Umbria, la Provincia di Perugia, il Comune di Città di Castello e la Comunità Montana Alta Valle del Tevere. C’è stata, dunque, la volontà politica di creare un nuovo soggetto organizzativo per rimanere al passo con i tempi.

Il presidente dell’Associazione, prof. Angelo Capecci, ha illustrato invece il programma mettendo in evidenza le iniziative e le importanti novità di quest’anno: “Oltre al potenziamento in termini qualitativi della sezione più tecnica dedicata all’allevamento, la Mostra si è sviluppata anche come strumento per la promozione delle pratiche equestri, con più spettacoli, manifestazioni sportive ed incontri con i bambini. Ma il terzo elemento di novità è l’inizio, a partire da questa edizione, di un’attività convegnistica di alto livello”.

“Quest’ultima sezione
– ha aggiunto il sindaco di Città di Castello Fernanda Cecchiniè un notevole passaggio di qualità. La Mostra di Città di Castello continua a valorizzare tutto il mondo del cavallo e a dare ogni volta risposte ad esigenze nuove”.

A sottolineare l’importanza del convegno nazionale, incentrato sull’ippoterapia come attività terapeutica e che si svolgerà sabato 8 settembre, è stato il prof. Giovanni Mazzotta, direttore Struttura Complessa Neuropsichiatria Infantile della Usl di Terni.
“Questa di Città di Castello – ha affermato Mazzotta – è la prima iniziativa in Italia che porta all’attenzione del pubblico la possibilità di utilizzare l’ippoterapia per curare i bambini iperattivi e con difficoltà di attenzione e quindi con problemi di interazione sociale”.

Anche la Facoltà di Medicina Veterinaria, considerata in Italia come “la facoltà del cavallo”, è vicina alla Mostra. “Cercheremo sempre più, come soci dell’Associazione Mostra del Cavallo, - ha spiegato Maurizio Silvestrelli, direttore del Centro Studio Cavallo Sportivo dell’Università di Perugiadi essere ogni anno più propositivi per aiutare la manifestazione a promuovere il cavallo. L’aiuto verrà dato dal nostro gruppo di ricercatori che lavora a tempo pieno per seguire vari aspetti di questo affascinante animale: genetici, patologici, di valutazione sanitaria, di performance”.

Sarà infatti il cavallo l’indiscusso protagonista della quattro giorni tifernate. A confermare come la Mostra di Città di Castello sia diventata ormai seconda solo a quella di Verona è il presidente della sezione equini dell’Associazione Provinciale Allevatori, Massimiliano di Valvasone: “Per la mostra seguiamo la rassegna Italialleva e possiamo dire con certezza che ormai questa manifestazione è diventata per l’allevamento italiano un appuntamento imprescindibile”.
Raffaele Franceschetti, Vice Presidente dell’ANACSi, ha infine presentato la Mostra “come importante vetrina dei puledri prodotti in Italia, anche grazie al Campionato Morfologia del Sella Italiano promosso dall’UNIRE che quest’anno si svolgerà per la prima volta”.

Foto dal sito www.mostradelcavallo.com

(06-09-2007)

Link consigliati:
Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello



[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 06-09-2007 alle :