inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ricostruzione

Scavo archeologico alla Rocca di Spoleto

Tre mesi di scavi a completamento di una campagna iniziata negli anni ’80, hanno permesso il rinvenimento dei resti di una chiesa medievale di grandi dimensioni


Nella magnifica struttura della Rocca Albornoziana di Spoleto sta per essere ultimata la prima campagna di scavi che si inserisce nell’ambito della ristrutturazione del colle di Sant’Elia con la realizzazione del parco e del museo della Rocca.
Si tratta della messa in luce di alcune strutture murarie pertinenti ad una chiesa mononave di grandi dimensioni, 40 metri per 11 metri circa, che in parte era stata rinvenuta alla fine degli anni ‘80 nella campagna di scavi della soprintendenza archeologica per l’Umbria.

La direzione scientifica del nuovo intervento è stata affidata alla professoressa Donatella Scortecci docente di Archeologia medievale presso l’Ateneo perugino. Lo scavo ha visto la partecipazione di circa 30 studenti afferenti sia all’Università di Perugia che ad altri atenei italiani e stranieri.

Gli interventi hanno interessato il cortile nord della Rocca e si sono sviluppati in due fasi successive durante i mesi di giugno, luglio ed agosto.
La prima fase ha visto la preparazione del terreno con l’asportazione del materiale pertinente alle coperture del precedente intervento.
La seconda fase è stata di natura didattica. Gli studenti infatti hanno operato direttamente sul campo per mettere in luce le nuove strutture murarie.

Il progetto è stato voluto dalla Fondazione Cisam (centro italiano di studi sull’alto medioevo di Spoleto). Hanno partecipato alla realizzazione anche l’Università degli studi di Perugia, il Ministero per i beni e le attività culturali (direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici dell’Umbria) e le Soprintendenze per i beni architettonici , il paesaggio, il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico dell’Umbria e per i beni archeologici dell’Umbria, la fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto e la fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini onlus di Spoleto.

(03-09-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 03-09-2007 alle :