inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

economia

Dieci anni di turismo in Umbria

Sul sito internet della Regione Umbria è stato pubblicato il Rapporto annuale 2007 realizzato dall’Osservatorio turistico regionale. Si tratta di un resoconto del movimento turistico umbro negli ultimi due lustri


Contiene tutte le informazioni relative al movimento turistico in Umbria negli ultimi dieci il Rapporto annuale 2007 realizzato dall’Osservatorio turistico regionale e da oggi pubblicato sul sito internet della Regione Umbria (www.regione.umbria.it).

“La promozione del territorio e del turismo rappresentano oggi importanti fattori di competitività - dice nell’introduzione la presidente della Regione Umbria, Maria Rita Lorenzetti - Per la nostra regione, la lettura dei meri dati qualitativi è estremamente positiva. I risultati ci confermano una crescita decisamente soddisfacente, superiore a quella della media italiana, a coronamento di un decennio tutto positivo. Tuttavia, il confronto con il tasso di sviluppo internazionale e con quello previsto per alcune aree del mondo evidenzia l’intensa pressione competitiva a cui è sottoposto il nostro Paese e, in misura minore, l’Umbria”.
“Occorre quindi riflettere su due considerazioni
– continua la presidente - Da un lato, la crescita degli ultimi anni rappresenta la conferma che la nostra regione riesce comunque ad esercitare una capacità di attrazione notevole, al tempo stesso, non possiamo dimenticare che la crescita della competizione internazionale impone all’Umbria come a tutta l’Italia la necessità di articolare al meglio, sviluppare e promuovere il sistema di offerta”.
Il turismo
– continua la presidente - è infatti il settore dove, più che in altri, è necessario ‘fare sistema’. Il primo Rapporto Annuale sul Turismo, frutto del lavoro dell’Osservatorio Turistico Regionale lungo l’arco del periodo 2006-2007, è quindi uno strumento utile al governo dei processi di sviluppo turistico e fornisce gli elementi indispensabili per conoscerne le dinamiche, le motivazioni, gli andamenti nel tempo, le caratteristiche strutturali. Dalla fotografia delle performances del settore negli ultimi anni si spinge oltre le statistiche economiche e di mercato per mettere a fuoco, in una logica propositiva, i punti di forza e le carenze del turismo in Umbria, le aspettative dei nostri visitatori, la soddisfazione della vacanza”.
“La cadenza annuale del Rapporto servirà a monitorare e valutare l’andamento del settore e contribuire ulteriormente alla realizzazione di una adeguata politica dei territori che sappia guardare oltre il presente e la contingenza e sia in grado di incidere nella struttura stessa del settore. Il Rapporto Annuale
– conclude la presidente - è rivolto anche al mercato interno, al territorio nella sua accezione più ampia. E’ qui infatti che non sempre vengono percepite le ricadute positive del turismo, mentre a volte se ne colgono i disagi”.

Per il direttore regionale allo sviluppo economico e alle attività produttive, Ciro Becchetti, “il documento rappresenta la prima pietra di un lavoro che si auspica di ripetere negli anni con lo scopo di costruire una conoscenza via via sempre più ampia, approfondita e significativa dell’andamento del turismo in Umbria La prospettiva dei rapporti annuali è un ottica di medio – lungo periodo con cui si intende mettere a fuoco le dinamiche più importanti delle varie componenti del fenomeno turistico”.
“Dal punto di vista sostanziale
– ha sottolineato Becchetti - il Rapporto consolida alcune acquisizioni importanti che costituiscono la premessa su cui costruire ulteriori progressi del turismo in Umbria. In un decennio tale crescita ha consentito di passare da poco più di quattro milioni di presenze a più di 6 milioni di presenze nel 2006. Nello stesso periodo si è avuta la crescita della qualificazione nel settore con ristrutturazioni e miglioramenti delle strutture e dei servizi esistenti e con l’ingresso di nuovi operatori. Si è inoltre ampliata notevolmente la gamma dei ‘prodotti’ e delle aree di interesse regionale lungo un percorso di scoperta dell’Umbria suscettibile di ulteriori e più importanti successi”.

(03-08-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 03-08-2007 alle :