inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

Amelia: in scena il Medioevo al femminile

Nuovo appuntamento nel cartellone di “D’UmbriAnticaMusica 2007”, il Festival internazionale di musica antica nei luoghi storici dell’Umbria che quest'anno è ospitato nella città di Amelia. Domenica 29 luglio, l’ensemble “Chominciamento di Gi


Va in scena il Medioevo al femminile nel terzo appuntamento musicale del cartellone 2007 di “D’UmbriAnticaMusica”. Il concerto del Festival internazionale di musica antica nei luoghi storici dell’Umbria stavolta è ospitato nella città di Amelia, che proprio in questi giorni sta vivendo le atmosfere cavalleresche del Palio dei Colombi.
La rievocazione storica del torneo di cavalieri e balestrieri mette in gioco le cinque contrade della città, in una “giostra” alla quale fanno da cornice nobildonne e popolane dai costumi molto affascinanti. Ed ecco allora che “D’UmbriAnticaMusica” dedica proprio a queste donne un repertorio di musiche d’altri tempi.

Saranno i musicisti dell’ensemble “Chominciamento di gioia” a esibirsi nella serata intitolata “Mia Yrmana Fremosa”, un Medioevo al femminile che proporrà canti d’amore, di lontananza, di gioia e di dolore. L’appuntamento musicale è fissato alle ore 21,30 nel Chiostro Baccarini.

“Il nostro gruppo nasce nel 1987 – spiega il musicista Gianfranco Russoe si occupa principalmente di Medioevo con qualche puntata su tardo Quattrocento e Cinquecento. Sono repertori anche sacri ma non liturgici, di carattere monodico ma anche polifonie trecentesche. Il nostro approccio alla musica antica è di mediazione fra il rigore filologico della ricerca su testi e spartiti, e le esigenze concertistiche e di ascolto del pubblico di oggi. Le nostre produzioni vengono quasi sempre da trascrizioni che noi stessi facciamo dagli originali e non da altre trascrizioni e adattamenti”.

Nel programma della serata del gruppo “Chominciamento di gioia” – composto oltre che da Russo, anche da Antonella Tatulli, Elisabetta Di Filippo, Olga Ercoli, Luigi Lupo e Luigi Polsini – ci sono soprattutto musiche del Duecento, con un paio di incursioni nel XII e nel XIV secolo.

“Il concerto – ci spiega ancora Gianfranco Russo – segue la presenza femminile nel Medioevo su vari filoni. Intanto, ciò che ci è rimasto di donne compositrici, come la monaca Hildegard von Bingen o alcune trovatrici; in altri casi abbiamo usato il testo di cui si è persa la musica abbinandolo a una musica possibile sia come periodo, sia come geografia; altri filoni sono quelli di figure di donne che parlano in prima persona su composizioni maschili, brani anonimi dalla connotazione tipicamente femminile, musiche con stereotipi narrativi che riguardano le donne o storie improbabili per le donne del tempo. Infine, canti di lode a Maria”.

IL CURRICULUM DELL’ENSEMBLE «CHOMINCIAMENTO DI GIOIA»
L’ensemble “Chominciamento di gioia”, nato nel 1987, trae il suo nome dall’omonima “istampitta” (danza italiana del XIV secolo) e ha come scopo la diffusione dell’arte musicale medioevale e rinascimentale europea. Una particolare attenzione è dedicata al repertorio italiano di intrattenimento, vocale e strumentale, riproposto con scrupolo filologico, collegato alla consapevolezza delle attuali modalità di fruizione del materiale musicale.

L’ensemble suona su copie di strumenti in uso nei secoli dal XII al XIV, ricostruite su indicazioni organologiche e iconografiche coeve, tenendo conto della loro diffusione, e dell’uso documentato in determinati ambiti geografici e temporali. Il gruppo ha tenuto concerti in tutta Italia, ha eseguito musiche di scena per spettacoli teatrali, medioevali e rinascimentali, colonne sonore per documentari e ha all’attivo, oltre ai cd “Peccatori e Santi”, “Farai un vers desconvenent” e “Codex Bamberg”, numerose registrazioni radiofoniche e televisive per la Rai, Mediaset e la Radio nacional de Espana.

Nel dicembre 1997 ha partecipato al Concerto di Natale tenuto alla Sala Nervi in Vaticano, trasmesso in mondovisione da Canale 5. “Chominciamento di gioia” ha registrato le musiche di commento del cd-rom “L’età dei castelli” e ha inciso con Angelo Branduardi il cd “Futuro Antico” per la Emi. Di prossima uscita, i cd “Principio di virtù” per l’etichetta Cactus e “Rosa das Rosas” per l’etichetta III° Millennio.

(29-07-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 29-07-2007 alle :