inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ambiente

“I piaceri dell’energia”

S’intitola così la quarta edizione della guida edita da Enel e Touring Club Italiano che propone dei nuovi itinerari umbri da scoprire, “la dimostrazione di come possano convivere attività industriali e rispetto del paesaggio”


Bastardo e Pietrafitta non sono soltanto siti territoriali legati all’industria dell’energia, ma rappresentano realtà ricche di patrimoni storico-artistici, paesaggistico-ambientali e prodotti tipici. Se ne ha una conferma sfogliando le 430 pagine della quarta edizione de “I Piaceri dell’Energia”, il volume edito da Enel e Touring Club Italiano, presentato ieri mattina a Perugia alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura Silvano Rometti, rappresentanti dell’Enel e del Touring Club Italiano, esponenti di Legambiente, amministratori dei Comuni umbri interessati dagli itinerari.

La guida, stampata in 150.000 copie e distribuita gratuitamente, “è la dimostrazione – ha commentato Romettidi come possano convivere, in modo sinergico e in una strategia di sviluppo sostenibile, attività industriali e rispetto del paesaggio e delle sue testimonianze culturali. È un’iniziativa di grande valore – ha aggiunto -, in linea con le politiche regionali di promozione e valorizzazione delle eccellenze dell’Umbria, anche le meno conosciute”.

Un’autentica esperienza di viaggio, in grado di incuriosire il turista e invogliarlo a visitare i territori dove sono attive le due centrali. Il primo attorno all’impianto di Bastardo, “perfettamente integrato” nella terra dove si producono il Sagrantino e un olio di qualità. L’altro a Pietrafitta, alla scoperta di un luogo che per milioni di anni ha custodito reperti fossili di animali paleontologici, ora in corso di musealizzazione.

Ai due itinerari umbri se ne aggiungono tanti altri in Italia e in alcuni Paesi europei come Spagna, Slovacchia, Romania e Bulgaria.
Ogni percorso, ricco di approfondimenti culturali, storici, enogastronomiche e sportivi, è corredato da una sezione dedicata a ristoranti, alberghi, produzioni locali e negozi tipici selezionati dal Touring Club Italiano.

La guida è completata dalla rubrica “PiccolaGrandeItalia”, in cui l’Umbria è presente con Poggiodomo, e che “propone Comuni segnalati da Legambiente per scoprire in maniera insolita – si legge nell’introduzione della guida – una parte del nostro Paese poco conosciuta, ma ricca di beni, memorie e tradizioni”.

(nella foto un’immagine dal sito web www.enel.it)

(20-07-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 20-07-2007 alle :