inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

economia

L’Umbria scommette sulla Romania

Una delegazione perugina guidata dall’assessore Granocchia ha incontrato a Milano il ministro del Lavoro rumeno Bindea. Si aprono così nuove opportunità per il nostro sistema formativo


A Milano il mondo della formazione professionale umbro si è avvicinato alle nuove opportunità progettuali e finanziarie riservate alla Romania dall’Unione Europea nel prossimo settennio 2007-2013.
Lo ha fatto in un incontro, guidato dall’assessore provinciale di Perugia al Lavoro Giuliano Granocchia, che ha visti protagonisti da una parte i rappresentanti delle principali associazioni di categoria umbre e degli Enti formatori ad esse collegate, e dall’altra il segretario di Stato della Romania al ministero del Lavoro Valer Bindea, accompagnato dal Direttore generale dello stesso ministero Cristina Iova.
Un incontro giudicato molto proficuo da parte della delegazione perugina e dallo stesso Granocchia, in quanto ha offerto l’occasione per gettare le basi di possibili future operazioni di concertazione e di collaborazione tra i due Paesi.

La Provincia di Perugia da tempo si è attivata nei confronti dei Paesi di nuova adesione all’Unione Europea, ed in particolar modo verso la Romania, per intraprendere nuove e stabili relazioni, tenendo conto anche del fatto che molte aziende umbre hanno scelto di operare in quest’area dell’Est.
La Romania ha destato e desta particolare attenzione per le opportunità che può offrire sia dal punto di vista finanziario che dal punto di vista delle risorse umane, poiché, come detto, per il prossimo settennio potrà contare su ingenti risorse da parte dell’Unione Europea.
Di fronte a queste opportunità la Provincia di Perugia, al fine di agevolare, come spiegato dall’assessore Granocchia, il sistema imprenditoriale perugino, ha sviluppato una serie di contatti con le associazioni di categoria sul terreno della formazione professionale per poter svolgere insieme ad esse un’azione concertata che possa approdare a risultati concreti di reciproco interesse.
Da qui l’incontro milanese per “consegnare” al segretario di Stato rumeno l’intenzione della nostra Provincia di attivare uno scambio di esperienze tra le due realtà attraverso azioni di formazione professionale mirata al personale di enti di formazione umbri e rumeni, cofinanziate dal Fondo sociale europeo, e al tempo stesso per acquisire le informazioni principali sui programmi operativi della Romania elaborati dallo stesso ministero del Lavoro e sulla base dei quali poter predisporre i necessari progetti.

“La nostra Provincia – ha sostenuto Granocchia rivolgendosi a Bindea – da più di 20 anni opera nel settore del Fondo sociale europeo, tanto da essersi costruita una indiscussa esperienza nella formazione professionale, delle politiche attive del lavoro e dei servizi alle imprese. Riteniamo pertanto – ha proseguito l’assessore – di poter costruire insieme dei percorsi di crescita e di sviluppo di reciproco interesse”. Granocchia ha quindi ricordato come il sistema dei servizi in questo settore della Provincia di Perugia si sia guadagnato un riconoscimento particolare da parte dell’Isfol in quanto alla qualità delle iniziative rivolte alle imprese e a favore dell’occupazione.
Nell’incontro con il ministero del Lavoro rumeno, la delegazione perugina ha avanzato molteplici proposte, tra cui l’individuazione di un gruppo di soggetti pubblici e privati del territorio provinciale interessati alla creazione di una rete da affiancare alle nostre imprese in Romania, lo scambio di esperienze, la predisposizione di una pipe-line di progetti per l’implementazione dei programmi operativi della Romania, la firma di accordi di partenariato tra enti di formazione umbri e rumeni nel settore delle risorse umane per il miglior utilizzo dei fondi Unione europea.

“Siamo molto lieti di poter collaborare con strutture che hanno già accumulato esperienze nell’utilizzo del Fondo sociale europeo – sono state le parole di Bindeacome è il caso della Provincia di Perugia, e auspichiamo di poter individuare partner qualificati per investire nel capitale delle nostre risorse umane”.
I settori su cui sarà possibile presentare progetti sono quelli della formazione continua, dello sviluppo delle conoscenze di base, della modernizzazione dei servizi del pubblico impiego, delle politiche attive del lavoro, della promozione dell’inclusione sociale, dell’incremento dell’adattabilità di lavoratori e imprese. Hanno preso parte all’incontro milanese l’amministratore delegato di Iter Confcommercio e amministratore delegato della Scuola nazionale dell’alimentazione Università dei sapori Vasco Gargaglia, Marco Barberini di Cnipa Confartigianato, Marco Menichetti della Scuola operaia Bufalini, Simone Sensi di Ecipa Cna, Pierluigi Cavicchi di Confindustria e Enzo Faloci di Sistemi Formativi Confindustria.

(19-07-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 19-07-2007 alle :