inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

Alla sbarra Caino

Ma come: qualcuno non disse “Nessuno tocchi Caino”? Vedremo… Sabato 14 luglio 2007, ultimo appuntamento con i Grandi Processi del Cinquantesimo Festival dei Due Mondi


E' un processo alla ordinaria follia quello che chiude, il prossimo 14 luglio alle ore 15.00 presso il Teatro di San Nicolò, il ciclo dei Grandi Processi 2007 del Festival dei Due Mondi di Spoleto.
Sul banco degli imputati siederà infatti Caino, il primo assassino dello storia, il protagonista della metafora della vita che ci offre la Bibbia, dell'agricoltore malvagio e geloso che uccide il pastore buono, e poi viene bandito dall'Eden.
Ma è anche il processo alla normalità, all'uomo che sbaglia, contrapposto all'uomo perfetto che appare vicino a Dio più di qualunque altro. E ancora, è l'occasione per riflettere sulla letteratura moderna, che attribuisce proprio a Caino il merito di aver costruito la prima città con delle regole di convivenza sociale, con un impianto che può definirsi democratico, la città di Enoch, dal nome del figlio, che sorge nel deserto dove Caino era stato esiliato. E da Enoch, insieme alla legge e al rito, fiorisce la tecnologia, con Tubalkàin, e l'arte con Iabal.
Sul palco dei Grandi Processi, a presidere la corte sarà un magistrato del calibro di Giancarlo Caselli, celebre inquirente antimafia nella stagione delle stragi, e antiterrorismo all'epoca delle prime Br. A sostenere l'accusa sarà Simonetta Matone, magistrato dei minori a Roma, mentre l'avvocato difensore sarà il professor Andrea Margelletti, cultore di storia antica ed esperto di terrorismo internazionale.
Sarà la giuria del pubblico, com'è nella tradizione dei Grandi processi, a dover confermare il giudizio della storia puntando il dito contro il fratello cattivo, oppure osare una decisione meno ortodossa e innalzare per una volta verso l'alto il simbolo della umana fallibilità, della rabbia scatenata dalla gelosia, e anche della capacità di ricominciare una vita diversa, lontano dalla famiglia e dall'ambiente in cui si è nati.

(13-07-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 13-07-2007 alle :