inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

Storie di Ville e Giardini 2007

Dal 30 giugno al 16 settembre 2007 la valorizzazione delle residenze signorili e del loro patrimonio naturalistico passa attraverso le visite guidate cariche di suggestioni artistiche, musicali e teatrali. L'1 settembre Villa Aureli


Sabato 30 giugno ha preso il via “Storie di… Ville e Giardini” 2007, la kermesse giunta ormai alla sua terza edizione, che ripropone anche quest’anno l’argomento che ha animato le ultime due edizioni: la valorizzazione delle residenze signorili e del loro patrimonio naturalistico.

“Storie di…” attraverso un circuito di visite guidate persegue l’obiettivo di contribuire a far emergere la grande ricchezza e varietà d’offerta del patrimonio storico, architettonico e paesaggistico del territorio provinciale unito alla ricche proposte culturali e artistiche esistenti in Umbria.
Tutto ciò è reso possibile anche grazie al prezioso apporto dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, Sezione Umbria, che risulta tanto più valido perché permette di aprire le porte di luoghi la cui storia è tutt’ora vitale: dimore che non sono mutate in musei di se stesse, ma continuano a vivere con le famiglie che con tanta passione ancora le custodiscono.

Il programma si svilupperà attraverso il territorio provinciale durante il periodo estivo per concludersi il 16 Settembre2007. Nei diversi appuntamenti le visite saranno arricchite, di volta in volta, da intermezzi musicali e teatrali a cura del Conservatorio di Musica di Perugia, del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A.Belli” e del Centro Universitario Teatrale di Perugia.

Villa Aureli
Il belvedere sulla campagna etrusca

Situata poco fuori da Perugia, in una zona già abitata dagli antichi etruschi, villa Aureli ha una storia complessa che una ricca documentazione tende a suddividere in quattro fasi costruttive. Del nucleo originale resta oggi soltanto una torre, attorno alla quale si edificò il casino cinquecentesco, appartenuto prima ai Gregori e poi agli Aureli. Ma la fase costruttiva più nota e più importante è senza dubbio quella settecentesca, dovuta ai notevoli interventi del conte Sperello Aureli, realizzati probabilmente su progetto del canonico Costanzo Batta, allievo del Murena. A quest’epoca risalgono tra l’altro i balconi sulla testata del portico, l’aranciera, la colombaia, le mura di cinta e la cappella esterna. Un gusto classico caratterizza l’insieme dell’edificio che si dispone con grande eleganza e in perfetta sintonia paesistica con la campagna circostante. Il palazzo e il giardino si affacciano sul paesaggio agrario con un terrazzamento che funge da belvedere. In tal modo, attraverso lunghi viali ortogonali tra loro, lo sguardo spazia, senza soluzione di continuità, dal giardino formale all’ampia valle sottostante. Il giardino all’italiana, che nel corso dei secoli ha subito notevoli trasformazioni, si presenta stretto e lungo, con la sua pianta trapezoidale ornata al centro da una vasca quadrilobata. Sul retro del palazzo vi è un cortile, che portava alla scuderia, alla rimessa per carrozze, alle cantine e alla casa del giardiniere. Non distante dalla villa, una tomba di età etrusca testimonia l’importanza del sito fin dai tempi più remoti.


Per informazioni e prenotazioni:
Provincia di Perugia, Ufficio Promozione Turistica
Tel. 075-368 2764 – 335-71 96 762

(27-08-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 27-08-2007 alle :