inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

Andy Garcia suona a Spoleto con la CineSon All Stars

L’attore, che considera il suo impegno di musicista con la stessa serietà che dedica al cinema, è stato scelto dalla Martini & Rossi e sarà premiato a Spoleto nel cinquantenario del Festival dei Due Mondi per “Versatilità, creatività, internazion


Il Festival dei Due Mondi di Spoleto festeggia l’edizione del cinquantenario con un programma di alto profilo, articolato e fitto di presenze importanti, e accoglie nella cerchia dei suoi sostenitori un nuovo partner, la Martini & Rossi.
L’azienda vanta una lunga tradizione di attività accanto e insieme al mondo del cinema: alle Terrazza Martini di Milano, Venezia e Cannes, queste ultime allestite in occasione dei festival cinematografici, sono passati i più bei nomi del cinema d’autore, mentre divi di livello internazionale come Sharon Stone, Gwyneth Paltrow e George Clooney, sono divenuti testimonial del brand Martini.
Una grande eredità ma anche un impegno per il futuro. Ed è questo il senso della scelta di sponsorizzare da quest’anno il festival di Spoleto per la sezione SpoletoCinema, istituendo un “Premio Speciale Martini & Rossi – Spoleto Festival” e allestendo insieme a Poltrona Frau uno spazio - la Terrazza Martini-Frau - aperto ad incontri, presentazioni ed eventi. Un luogo ideale per accogliere i protagonisti della rassegna, concepito sulla falsariga di quello stile che il concetto di “Terrazza Martini” ha reso celebre nel mondo.

Rappresentato da una kylix in argento (fedele riproduzione di un’antica coppa per il vino conservata al Museo Martini di Storia dell’Enologia), il premio “Premio Speciale Martini & Rossi – Spoleto Festival” verrà consegnato sabato 30 giugno 2007 dall’amministratore delegato della società, Stefano Leonangeli, e da Francis Menotti, Presidente e Direttore Artistico del Festival, ad Andy Garcia, ospite a Spoleto per presentare il film “The Lost City” (che lo vede impegnato sia come regista sia come interprete, al fianco di Inés Sastre) ma anche nella veste di appassionato cultore ed esecutore di musica cubana tradizionale.

Accompagnato dalla sua band, la CineSon All Stars, un’eccellente formazione composta da otto musicisti di origine cubana, l’artista si esibirà al Teatro Romano in due concerti, il 30 giugno e il 1 luglio. “Decideremo i brani sul momento – ha dichiarato alla stampa Garcia, che considera il suo impegno di musicista con la stessa serietà che dedica al cinemae faremo son, mambo, descarga, guajira, bolero. Tutta musica che fa venire voglia di ballare”.
Una musica che per lui, nato a L’Avana nel 1956 e costretto dalla rivoluzione ad emigrare a Miami con la famiglia, assume il valore di un omaggio alla sua patria d’origine. Una terra per cui Andy Garcia, come ogni esiliato, prova un sentimento misto di affetto e nostalgia, di riconoscenza e rimpianto.
In questo contesto, tra giornate di cinema e di musica, ci sarà spazio anche per la visione di un documentario prodotto dall’attore e dedicato a Israel Lopez Cachao, un grande musicista, scomparso due anni fa, che Garcia considerava il suo maestro.

Numerosi i motivi che hanno spinto Martini ad individuare in Andy Garcia il personaggio a cui assegnare il riconoscimento. Attore di levatura internazionale – in questo periodo è sugli schermi italiani con Ocean’s 13, in un cast che schiera, oltre a lui, star del calibro di George Clooney, Brad Pitt, Al Pacino – Garcia ha dimostrato nella sua carriera una straordinaria versatilità creativa, che gli ha permesso di esprimersi come autore e regista ed ora anche come valido musicista. In questa veste, il concerto di Spoleto costituirà l’assoluto debutto italiano.

L’Amministratore Delegato di Martini & Rossi, Stefano Leonangeli, spiega così lo spirito del riconoscimento attribuito a Andy Garcia: “La nostra società è il partner ideale per questo evento perché premia un artista di livello mondiale che sa essere completo e nello stesso tempo versatile. Valori che rappresentano in pieno la natura del marchio Martini”.
Internazionale, creativo, versatile: in queste tre parole c’è tutto il senso della sintonia che lega l’attore e Martini. Le stesse contraddistinguono da sempre il marchio e i suoi prodotti. Prodotti che hanno fatto la storia del bere miscelato e che oggi continuano ad essere i più utilizzati al mondo nella preparazione di drink e cocktail, ambasciatori di gusto e stile italiano ovunque.

Per finire, nonostante si tratti di pura casualità, si potrebbero rintracciare le radici comuni tra l’attore e il Gruppo Bacardi, di cui Martini & Rossi fa parte come società italiana. Ad accomunarli le stesse origini cubane e un’uguale passione per le tradizioni culturali della grande isola caraibica: in fondo, quello di Spoleto ha quasi il sapore di un incontro tra vecchi amici.

(28-06-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 28-06-2007 alle :