inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

economia

“Voci di donne arabe, l’impresa di essere donna”, si apre così l’Endurance Lifestyle

Il ministro Bonino plaude all’incontro ed annuncia che nel triennio 2008-2010 il Governo si impegnerà a sviluppare i rapporti di interscambio commerciale tra i due Paesi


La prima giornata dell’Assisi Endurance Lifestyle si apre a Perugia nell’auditorium di Confindustria con il convegno “Voci di donne arabe, l’impresa di essere donna”.
Evento realizzato grazie anche alla collaborazione dall’Aidda (Associazione imprenditrici e donne dirigenti di azienda) e della sua presidente Teresa Severini.

Per la prima volta in Umbria sono state messe a confronto le esperienze di due realtà così lontane, l’Italia e gli Emirati Arabi Uniti.
A rappresentare la nostra Regione la presidente Maria Rita Lorenzetti, ma anche esponenti di spicco dell’imprenditoria femminile come Teresa Severini della Lungarotti s.p.a. e Carla Spagnoli, mentre per gli Emirati Arabi Uniti il sottosegretario alla sanità e salute pubblica Sua Eccellenza Maryam Mattar oltre ad alcune imprenditrici venute da così lontano per riportare al folto pubblico la loro esperienza.
Relatore di spicco il ministro delle politiche europee Emma Bonino.

Tra il pubblico dodici studentesse della Scuola di direzione e organizzazione aziendale di Salerno, provenienti proprio dagli Emirati Arabi Uniti.
“Questa occasione- ha detto la presidente Lorenzetti – ha permesso di tracciare un ponte tra occidente ed oriente permettendo di confrontare varie esperienze e di trarne benefici per entrambi, consapevoli della centralità della figura femminile grazie alla sua innata capacità relazionale ed all’abilità di saper condividere i risultati ottenuti”.

Il sottosegretario alla sanità e salute pubblica Sua Eccellenza Maryam Mattar ha dato un quadro confortante dell’imprenditoria femminile negli Emirati Arabi Uniti.
“Anche se presente da poco meno di venti anni, - ha detto - l’imprenditoria femminile è in forte crescita sopratutto grazie agli aiuti dello Stato che permettono alle donne di poter esercitare anche in casa e di tenere dipendenti”.

Molto apprezzata dagli astanti la proposta di Carla Spagnoli di realizzare un network globale che possa mettere in contatto tutte le imprenditrici permettendo da un lato di confrontarsi e dall’altro di essere da esempio e di aiuto per le donne che volessero percorrere questa strada.
Si è fatta portavoce dei malesseri dell’imprenditoria italiana Carmen Verderosa, presidente dei giovani imprenditori della Campania: “Fare impresa in Italia è già una scommessa perché questo Paese a volte non sa sostenere un’ impresa e un grande ostacolo risulta anche la pressante ed eccessiva burocrazia”. Ha concluso il convegno il ministro delle politiche europee Emma Bonino. “Per il triennio 2008-2010 – ha affermato – il governo ha in programma tra le priorità di sviluppare i rapporti di interscambio commerciale tra i due Paesi. E per il futuro in questa ottica stiamo preparando un secondo forum che possa permettere di sviluppare anche altri rapporti commerciali, questa volta con l’area balcanica e si svolgerà a Bari il 13 settembre”.
Inoltre il ministro ha precisato che nell’ottica dei rapporti commerciali con paesi esteri è necessaria per l’Unione europea una politica estera unitaria che possa rendere l’Europa più competitiva a livello mondiale.

(21-06-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 21-06-2007 alle :