inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

Storie di Ville e Giardini 2007

Dal 30 giugno al 16 settembre 2007 la valorizzazione delle residenze signorili e del loro patrimonio naturalistico passa attraverso le visite guidate cariche di suggestioni artistiche, musicali e teatrali. L'8 luglio, Villa La Montesca


Sabato 30 giugno ha preso il via “Storie di… Ville e Giardini” 2007, la kermesse giunta ormai alla sua terza edizione, che ripropone anche quest’anno l’argomento che ha animato le ultime due edizioni: la valorizzazione delle residenze signorili e del loro patrimonio naturalistico.

“Storie di…” attraverso un circuito di visite guidate persegue l’obiettivo di contribuire a far emergere la grande ricchezza e varietà d’offerta del patrimonio storico, architettonico e paesaggistico del territorio provinciale unito alla ricche proposte culturali e artistiche esistenti in Umbria.
Tutto ciò è reso possibile anche grazie al prezioso apporto dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, Sezione Umbria, che risulta tanto più valido perché permette di aprire le porte di luoghi la cui storia è tutt’ora vitale: dimore che non sono mutate in musei di se stesse, ma continuano a vivere con le famiglie che con tanta passione ancora le custodiscono.

Il programma si svilupperà attraverso il territorio provinciale durante il periodo estivo per concludersi il 16 Settembre2007. Nei diversi appuntamenti le visite saranno arricchite, di volta in volta, da intermezzi musicali e teatrali a cura del Conservatorio di Musica di Perugia, del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A.Belli” e del Centro Universitario Teatrale di Perugia.

Villa La Montesca
La residenza dei baroni illuminati

La Villa della Montesca fu costruita dai baroni Franchetti nella seconda metà dell’Ottocento. L’unità di paesaggio è formata dalla villa, dalla casa del custode, dalla limonaia, dalla foresteria e dalla scuola Montessori. Leopoldo Fianchetti sposò nel 1901 Alice Hallgarten, che nello stesso anno aprì nella villa una scuola per i figli dei contadini applicando il metodo Montessori. Questa ricca dama americana, di trenta anni più giovane del barone, progettò col suo consorte il giardino all'inglese che circonda la villa, caratterizzato da piante ad alto fusto che provengono anche da Asia e America, comprese alcune sequoie. La breve vita di Alice (morì a soli 37 anni) fu spesa ad aiutare i suoi contadini. La scuola di Città di Castello divenne presto rinomata in tutta Europa ricevendo visite di eminenti personaggi. Alice fondò anche un laboratorio tessile con 40 telai, destinato alle donne più povere, al quale annesse anche un asilo per i figli delle operaie. La produzione era costituita da tele di canapa, di lino e da tele da ricamo per il mercato italiano. Anche il barone Leopoldo, senatore del Regno d'Italia, svolse un'intensa attività sociale rivolta soprattutto alla lotta contro la mafia e allo sviluppo del Mezzogiorno.

Per informazioni e prenotazioni:
Provincia di Perugia, Ufficio Promozione Turistica
Tel. 075-368 2764 – 335-71 96 762

(05-07-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 05-07-2007 alle :