inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

Trasimeno Music Festival, 7-13 Luglio 2007

Per il terzo anno, dal 7 al 13 Luglio 2007, Magione e Gubbio ospiteranno il Trasimeno Music Festival, ideato e diretto dalla pianista canadese Angela Hewitt


Il Castello di Magione del Sovrano Militare Ordine di Malta e la Chiesa di San Domenico di Gubbio accoglieranno musicisti di fama internazionale e di talento che nell’arco di una settimana si avvicenderanno sul palcoscenico.

Insieme ad Angela Hewitt suoneranno il violinista australiano RICHARD TOGNETTI, IN ESCLUSIVA ITALIANA, solo per il Trasimeno Music Festival, il giovane Daniel Müller-Schott, già considerato uno dei migliori violoncellisti al mondo, la mezzo-soprano inglese Diana Montague, la soprano Simona Mihai e la TRASIMENO FESTIVAL ORCHESTRA, formata per l’occasione e diretta da Richard Tognetti il quale ha scelto personalmente i membri tra i musicisti provenienti dalla Filarmonica di Vienna e dalla Filarmonica di Monaco.

In cartellone, musiche di Haydn, Bottesini, Mozart, Tognetti, Rameau, Beethoven, Schumann, Bach, De Falla, Franck, Ravel, Brahms, Schubert, Berlioz, Liszt e Delibes.

Tra le proposte musicali della serata inaugurale di sabato 7 Luglio 2007 si segnalano due grandi concerti classici: di Haydn, il “Concerto per violoncello N.1 in Do maggiore” e di Mozart, il “Concerto per pianoforte in Mi-bemolle maggiore, K. 271”.
Di Haydn sarà eseguita anche la Sinfonia N.64 in La maggiore "Tempura Mutantur" che catturerà l'orecchio dell'ascoltatore con uno dei più intriganti e profondi movimenti lenti scritti da Haydn.
Gli altri brani in programma: di Bottesini “Gran Duo Concertante”, di Tognetti “Capriccio di Paganini N. 24; Divagnazioni, e di Rameau “Suite Dardanus”.

Per domenica 8 Luglio 2007 è prevista la “Maratona Beethoven” che si terrà presso la Chiesa di San Domenico a Gubbio; Richard Tognetti, Daniel Müller-Schott, Angela Hewitt e la Trasimeno Festival Orchestra eseguiranno l’“Overture Coriolanus, Op. 62”, il “Concerto per pianoforte N.1 in Do maggiore, Op.15”, il “Triplo Concerto per violino, violoncello e pianoforte in Do maggiore, Op.56” e la “Sinfonia N.7 in La maggiore, Op.92”.
Tale data segnerà anche il debutto come trio di Tognetti, Müller-Schott e Hewitt, tre dei più eccitanti musicisti dell’odierna scena internazionale.

Il 9 Luglio 2007 si torna al Castello dei Cavalieri di Malta di Magione dove oltre Rameau con la “Suite in Mi minore” (tratta da Pièces de Clavecin) e Beethoven con la “Sonata in Do minore, Op. 13 ("Patetica")”, si potrà ascoltare il magnifico “Quintetto per pianoforte e archi” di Schumann che fu rappresentato per la prima volta dalla moglie del compositore, Clara, nel 1843.

Il 10 Luglio 2007, grazie ad un programma variegato composto da Bach “Sonata in Re maggiore, BWV 1028”, Beethoven “Sonata in Sol minore, Op. 5 N.2”, De Falla “Sette Canzoni Popolari Spagnole” e Franck “Sonata in La”, verranno esaltati l’impegno ed il talento di Müller-Schott al violoncello e Hewitt al pianoforte.

Mercoledì 11 Luglio 2007 Richard Tognetti, Angela Hewitt ed i Membri della Trasimeno Festival Orchestra eseguiranno Ravel “Sonata per violino e pianoforte”, Brahms “Sonata N.3 in Re minore, Op.108 per violino e pianoforte” e Schubert “Quintetto Op.114 (La trota)” per pianoforte e archi (scritto per una inusuale combinazione di piano, violino, viola, violoncello e contrabbasso).
Il Daily Telegraph (UK) ha scritto di Richard Tognetti: "Uno dei violinisti maggiormente incisivi, appassionati e con più carattere fra quelli che si possono ascoltare oggi". Le sue interpretazioni si distinguono ogni volta per la loro individualità e passione ispirata seppur mai dimenticando di mettere al primo posto il compositore. Tognetti e la Hewitt hanno collaborato all'incisione dei concerti per pianoforte di Bach per Hyperion e questo concerto segnerà la loro prima esibizione insieme come duo.

Giovedì 12 Luglio 2007 sarà la volta della mezzo-soprano Diana Montague e della soprano Simona Mihai, accompagnate dalla Hewitt.
Il programma comprende "Les Nuits d'Eté" di Hector Berlioz; di Liszt “Pace non trovo” (Petrarch) e “I' vidi in terra angelici costumi” (Petrarch); di Ravel “Cinq Mélodies Populaires Grecques”; di Delibes “Flower Duet “(Lakmé) e di Mozart “Perdona al Primo Affetto” (La Clemenza di Tito).
Diana Montague si è esibita nei maggiori teatri d'opera e sale da concerto del mondo, comprese la Royal Opera House, il Metropolitan di New York, la Bastille a Parigi, il Teatro Colon a Buenos Aires ed i Festival di Bayreuth e di Salisburgo. La sua esecuzione de "Les Nuits d'Eté" di Berlioz con John Eliot Gardiner fu descritta come "intensamente toccante".
Nel secondo tempo del concerto sarà affiancata dalla giovane soprano romena Simona Mihai che si è distinta per le sue performances in ogni parte d’Europa.

Per concludere la terza edizione del festival, venerdì 13 Luglio 2007 Angela Hewitt al pianoforte offrirà ai suoi ospiti, di Bach alcuni brani del “Clavicembalo Ben Temperato” e di Schumann la “Sonata in Fa-diesis minore, Op.11”.
Con inizio subito dopo il Trasimeno Music Festival 2007 e fino alla fine di Ottobre 2008, Angela Hewitt si cimenterà in un tour mondiale portando il "Clavicembalo Ben Temperato" di Bach in ventisette nazioni dislocate in tutti i 5 continenti. Conosciuta come una delle più grandi pianiste viventi di Bach, le sue interpretazioni uniscono cuore ed intelletto facendo sì che questa musica complessa sembri semplice. 30 anni fa, la Hewitt vinse la International Schumann Competition a Zwickau (luogo di nascita di Schumann), dove si esibì nella Sonata in Fa diesis minore, Op. 11, descritta dal compositore come "un unico pianto dal cuore" per la sua amata Clara.

Trasimeno Music Festival è reso possibile grazie al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, alla Regione dell’Umbria e la Provincia di Perugia per il patrocinio; al Comune di Magione per il contributo economico e l’ottimizzazione dell’organizzazione del festival; al Sovrano Militare Ordine di Malta per la disponibilità ad ospitare i concerti nel Castello; alla Fondazione Umbria Spettacolo per la consulenza organizzativa; alla Colacem per la Musica, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Fazioli Pianoforti, Acqua Minerale Ferrarelle ed Umbra Label per il sostegno alla manifestazione.

Siti web: www.trasimenomusicfestival.com e www.angelahewitt.com


TRASIMENO MUSIC FESTIVAL 2007
BIO ARTISTI


Richard Tognetti, violino
“Fra i violinisti contemporanei Richard Tognetti è uno fra i più incisivi, appassionati e dotati di temperamento” The Daily Telegraph (UK) 2006

Violinista e direttore d’orchestra, l’australiano Richard Tognetti gode di fama internazionale per le sue avvincenti esecuzioni e per il suo individualismo artistico. Dal 1989 è guida e Direttore Artistico dell’Australian Chamber Orchestra, una delle più eccellenti orchestre da camera esistenti. I suoi numerosi arrangiamenti, composizioni e trascrizioni hanno arricchito il repertorio della musica da camera e sono stati eseguiti a livello internazionale.

I momenti culminanti della sua carriera di direttore, solista e partner nel settore della musica da camera includono il Festival di Salisburgo, il Festival di Sidney (in qualità di direttore dell’opera Mozartiana Mitridate), la Handel & Haydn Society di Boston, la Filarmonica di Hong Kong, e l’Orchestra Irlandese di Musica da Camera.

Come solista Richard Tognetti è apparso in molte occasioni con l’Australian Chamber Orchestra e con le maggiori orchestre australiane; nel 1998 si è esibito con la Sidney Symphony alla prima australiana del Concerto per Violino di Ligeti. Ha inoltre collaborato con colleghi provenienti da stili e campi artistici diversi come i violoncellisti Steven Isserlis e Pieter Wispelwey, il fotografo Bill Henson ed il poeta/fumettista Michael Leunig. Nel 2003 Richard è stato co-compositore della partitura d’orchestra del film “Master and Commander: The Far Side of the World” di Peter Weir; sempre nella stessa occasione è stato tutore di violino per la star del film Russel Crowe ed esecutore della premiata colonna sonora.

In aggiunta a numerose registrazioni con l’Australian Chamber Orchestra, Richard Tognetti ha recentemente registrato il repertorio solo per violino di Bach per la ABC Classics. Le sonate e le partiture prive di accompagnamento apparirono sul mercato nel 2005 fra il consenso unanime della critica, mentre i concerti sono stati rilasciati sul mercato discografico nella primavera 2006 e, verso la fine dello stesso anno è uscita l’ultima parte, ovvero le sonate con accompagnamento.

Richard Tognetti vanta dottorati onorari rilasciati da tre università australiane e nel 1999 è stato dichiarato “Tesoro Nazionale Vivente”. Per le sue esecuzioni utilizza un violino J.B. Guadagnini del 1759 concessogli in maniera semipermanente dalla Commonwealth Bank of Australia.
www.aco.com.au

Daniel Müller-Schott, violoncello
“Un grande violoncellista, come un grande tenore, dovrebbe risuonare come nessun altro. Cito qui Pablo Casals e Mstislav Rostropovich col fine di suggerire che il giovane Daniel Mueller-Schott potrebbe presto essere al loro livello” Octavio Roca, The Miami Herald

In soli pochi anni Daniel Mueller-Schott è riuscito a guadagnarsi una reputazione a livello internazionale come uno dei massimi violoncellisti esistenti. Con il suo sicuro senso dello stile e l’enorme maturità musicale, egli svela al suo pubblico nuovi sentieri inclusi quelli che portano ad opere che già si credevano ben conosciute.

Come solista, Daniel Mueller-Schott si esibisce con direttori rinomati come Vladimir Ashkenazy, Charles Dutoit, Christoph Eschenbach, Yakov Kreizberg, Kurt Masur e Sir André Previn. Nei suoi concerti suonano orchestre del calibro dell’Orchestra Sinfonica di Chicago, la New York Filarmonica, l’Orchestra di Filadelfia, la Berlin Radio Orchestra Sinfonica, la NDR Orchestra Sinfonica di Amburgo, l’Orchestra Nazionale di Francia, l’Orchestra Sinfonica di Israele, l’Orchestra Filarmonica dei Paesi Bassi, la Filarmonica Nazionale di Varsavia, l’Orchestra Sinfonica Tchaikovsky di Mosca, la BBC Orchestra Sinfonica Scozzese, l’Orchestra Sinfonica Città di Birmingham e l’Orchestra Filarmonica di Londra.

Nel corso del 2006 Daniel Mueller-Schott è stato protagonista di esibizioni da solista in numerosi paesi europei così come negli Stati Uniti, in Canada e nel sud est asiatico. I momenti culminanti del 2006 sono stati i concerti con l’Orchestra Filarmonica Malese, l’Orchestra Sinfonica di Gothenburg, la New Japan Philarmonic, l’Orchestra Sinfonica di Siviglia, l’Orchestra di Parigi, così come il suo debutto al Festival di Salisburgo. Inoltre, Daniel Mueller-Schott sarà in tournée sia con la Staatorchester Rheinische Philarmonie sia con la BBC Philarmonic. Insieme con Angela Hewitt, la straordinaria interprete di Bach, Daniel Mueller-Schott ha registrato a Monaco per Orfeo un CD delle Sonate per Viola da Gamba di Bach, sul mercato nella primavera 2007. Daniel Mueller-Schott e Angela Hewitt stanno programmando concerti a livello internazionale per le prossime stagioni.

Altre recenti incisioni su Cd includono il Mozart Trio insieme a Anne-Sophie Mutter e Sir André Previn per la Deutsche Grammophon ed i concerti di Elgar e Walton con la Filarmonica di Oslo e Previn (per i quali ha ricevuto il Premio Deutschen Schallplatten Kritik). Sarà inoltre distribuita nel corso del 2007 una registrazione dei concerti per violoncello di Shostakovitch per la Bayerische Rundfunk diretti da Yakov Kreizberg.

Rappresentazioni, serate da solista e concerti in trio vedranno Daniel Mueller-Schott anche ad Amburgo, Monaco, al Concertgebouw di Amsterdam e alla Tonhalle di Zurigo. Nella musica da camera i suoi partner includono Vadim Repin, Lars Vogt, Steven Isserlis, Robert Kulek, Julia Fisher, Olli Mustonen, Christian Tetzlaff and Jean-Yves Thibaudet.

Daniel Mueller-Schott ha studiato con Walter Nothas, Heinrich Schiff e Steven Isserlis. Egli ha inoltre beneficiato del supporto personale e della sponsorizzazione di Anne-Sophie Mutter in quanto titolare di una borsa di studio della sua fondazione. All’età di 15 anni si guadagnò il plauso internazionale vincendo il primo premio al Concorso Internazionale Tchaikovsky per Giovani Musicisti di Mosca.
Daniel Mueller-Schott suona un violoncello Matteo Goffriller realizzato a Venezia intorno al 1727.
www.daniel-mueller-schott.com

Diana Montague, mezzo soprano
Diana Montague è nata a Winchester e ha studiato al Royal Northern College of Music. Dal suo debutto nel ruolo di Zerlina con la Glyndebourne Touring Opera, ella è apparsa nei maggiori teatri lirici del mondo incluse la Royal Opera House, il Metropolitan di New York, la Monnaie di Bruxels, la Bastille di Parigi, il Teatro Colon di Buenos Aires, il Bayreuth ed il Festival di Salisburgo.

Il suo repertorio annovera i principali ruoli per mezzo soprano nelle opere di Mozart, Gluck, Strauss, Rossini, Bellini e Berlioz. Nell’ambito operistico si è inoltre esibita in Benvenuto Cellini con l’Opera di Roma, Iphigénie en Tauride a Buenos Aires e a Madrid e con la Welsh National Opera, Albert Herring, Le Nozze di Figaro, Andromaca in Ermione e Ludmilla di Rossini, The Bartered Bride al Glyndebourne, Le Compte Ory a Losanna, Roma e Glyndebourne, Prosperina nell’Orfeo di Monteverdi e Minerva Il Ritorno di Ulisse in Patria con la De Nederlandse Opera ad Amsterdam e a Sidney. Si è inoltre esibita nei ruoli di Sesto La Clemenza di Tito a Madrid ed ad Atene, Marguerite La Damnation de Faust a Ginevra, Composer Ariane auf Naxos per la Scottish Opera e a Lisbona e nella parte principale della Susannah di Handel con Andrew Davis e l’Orchestra of the Age of Enlightenment. In ultimo ha interpretato Meg Page nel Falstaff, The Barterd Bride, Die Meistersinger von Nuernberg and She Ancient nel The Midsummer Marriage alla Royal

Opera House, Junon in Platée di Rameau con la Royal Opera House sia al Festival di Edimburgo che a Londra; Octavian Der Rosenkavalier per ENO a Bilbao e a Madrid, Marguerite a Vienna, Idomeneo a Bilbao e Santiago de Compostela, Le Nozze di Figaro a la Monnaie di Bruxels e all’Opera Nazionale di Rhin, Strasburgo.

I suoi frequenti appuntamenti concertistici hanno visto molteplici esecuzioni con i maggiori direttori d’orchestra inclusi Georg Solti, James Levine, Riccardo Muti, John Eliot Gardiner, Seiji Ozawa, Jeffrey Tate, Neville Marriner e Andrew Davis e comprendono anche la Messa in Do Minore di Mozart al Festival di Salisburgo, Les Nuits d’été di Berlioz ad Atene e concerti a Londra e Vienna con l’Accademia St Martin in the Fields.

Gli impegni attuali e futuri comprendono Le Nozze di Figaro per l’English National Opera e Larina Yevgeny Onyegin per la Royal Opera. Diana Montague registrerà anche Dorabella Così fan tutte con Charles Mackerras e l’Orchestra of the Age of Elightenment per Chandos, così come un raro Offenbach per Opera Rara.

Le registrazioni di Diana Montague sono parte di tutte le maggiori etichette e sono state eseguite sotto la direzione di conduttori del calibro di Sir Simon Ratte, John Eliot Gardiner, Sir Roger Norrington, Andrew Davis, Helmuth Rilling e Richard Bonynge.

Simona Mihai, soprano
La giovane soprano rumena Simona Mihai ha fatto un promettente esordio per la sua carriera di cantante d'opera e di concertista, vincendo una serie di borse di studio che le hanno permesso di sostenere la propria formazione e di aggiudicarsi importanti premi sia nel Regno Unito sia in Giappone.
Si è perfezionata all'European Opera Centre, alla Britten International Opera School e al Royal College of Music, dove i suoi ruoli l’hanno vista rappresentare La Ciesca (Gianni Schicchi), Cis (Albert Herring), la Governante (Turn of the Screw) e Despina (Cosi fan tutte).
Dopo il suo esordio europeo, dove ha interpretato Celia nel Lucio Silla come membro dell'European Opera, ha avuto anche il suo debutto italiano come Roksana nello Krol Roger di Szymanowsky a Palermo che ha anche eseguito nel Teatro Municipale di Santiago, nel Teatro Reale Danese di Copenhagen, nel Cork Opera House, nel Teatro dell'Opera Lirica di Belfast, ed al Royal Opera House di Londra, così come ai Festivals di Brighton e di Edimburgo.
Il suo lavoro come interprete di recital l'ha portata già da una parte all'altra d'Europa, con concerti in Croazia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Polonia, Spagna e Svizzera, come pure nei più insigni teatri del Regno Unito, compresi la Symphony Hall di Birmingham, Wigmore Hall e St John's Smith Square.

Trasimeno Festival Orchestra
Il corpo orchestrale suonerà insieme per la prima volta con alcuni dei più illustri musicisti europei provenienti dalla Filarmonica di Vienna e dalla Filarmonica di Monaco scelti personalmente dal direttore Richard Tognetti.

Angela Hewitt, pianoforte
L’anno 2006 è stato particolarmente spumeggiante per Angela Hewitt. Oltre alla sua estesa attività concertistica a livello mondiale, Angela Hewitt ha ricevuto due riconoscimenti di grande distinzione: in Giugno è stata premiata con l’OBE per grandi meriti artistici (Officer of the Order of the British Empire) in occasione dei festeggiamenti per l’ottantesimo compleanno della Regina Elisabetta di Inghilterra (“fisicamente” è stata insignita dalla Regina, con una solenne cerimonia, a Buckingham Palace, il 28 Febbraio 2007) mentre in Settembre è stata proclamata “Artista dell’Anno” in occasione dei Gramophone Awards (un premio precedentemente riconosciuto ad artisti del calibro di Pierre Boulez, Martha Argerich, Cecilia Bartoli e Michael Tilson Thomas). Ulteriori riconoscimenti sono il dottorato onorario assegnatole dalla Open University, l’inserimento nella Royal Society of Canada e una menzione speciale dall’Università di Ottawa. La sua registrazione dei concerti per pianoforte di Bach con Richard Tognetti e l’Australian Chamber Orchestra hanno avuto un grande successo mondiale e per molte settimane è stata nella classifica statunitense Billboard Charts. Ulteriori incisioni su CD riguardano Chabrier e Beethoven. Progetti futuri includono CD di Rameau e Schumann così come un DVD illustrativo del suo personale approccio a Bach con il pianoforte. Nel corso del 2007 e 2008 Angela Hewitt intraprenderà un tour mondiale di presentazione dell’opera completa del Clavicembalo Ben Temperato di Bach che toccherà i cinque continenti.

TRASIMENO MUSIC FESTIVAL
7-13 Luglio 2007
PROGRAMMA


• Sabato 7 Luglio - ore 21,15

Castello dei Cavalieri di Malta, Magione

Daniel Müller-Schott, violoncello
Angela Hewitt, pianoforte
Jurek Dybal, contrabasso
Trasimeno Festival Orchestra
Richard Tognetti, direttore/primo violino

Haydn: Concerto per violoncello N.1 in Do maggiore
Bottesini: Gran Duo Concertante
Mozart: Concerto per pianoforte in Mi-bemolle maggiore, K. 271
Haydn: Sinfonia N.64 in La maggiore
Tognetti: Capriccio di Paganini N.24; Divagazioni
Rameau: Suite Dardanus

Domenica 8 Luglio - ore 20,00
Chiesa di San Domenico, Gubbio

Angela Hewitt, pianoforte
Daniel Müller-Schott, violoncello
Richard Tognetti, direttore/violino
Trasimeno Festival Orchestra

TUTTO-BEETHOVEN MARATONA
Overture Coriolanus, Op. 62
Concerto per pianoforte N.1 in Do maggiore, Op.15
Triplo Concerto per violino, violoncello e pianoforte in Do maggiore, Op.56
Sinfonia N.7 in La maggiore, Op.92

Lunedì 9 Luglio - ore 21,15
Castello dei Cavalieri di Malta, Magione

Angela Hewitt, pianoforte
Richard Tognetti, violino
Daniel Müller-Schott, violoncello
Membri della Trasimeno Festival Orchestra

Rameau: Suite in Mi minore (tratta da Pièces de Clavecin)
Beethoven: Sonata in Do minore, Op. 13 ("Patetica")
Schumann: Quintetto per pianoforte e archi

Martedì 10 Luglio - ore 21,15
Castello dei Cavalieri di Malta, Magione

Daniel Müller-Schott, violoncello
Angela Hewitt, pianoforte

Bach: Sonata in Re maggiore, BWV 1028
Beethoven: Sonata in Sol minore, Op. 5 N.2
De Falla: Sette Canzoni Popolari Spagnole
Franck: Sonata in La

Mercoledì 11 Luglio - ore 21,15
Castello dei Cavalieri di Malta, Magione

Richard Tognetti, violino
Angela Hewitt, pianoforte
Membri della Trasimeno Festival Orchestra

Ravel: Sonata per violino e pianoforte
Brahms: Sonata N.3 in Re minore, Op.108 per violino e pianoforte
Schubert: Quintetto Op.114 ("La trota") per pianoforte e archi

Giovedì 12 Luglio - ore 21,15
Castello dei Cavalieri di Malta, Magione

Diana Montague, mezzo-soprano
Simona Mihai, soprano
Angela Hewitt, pianoforte
Berlioz: “Les Nuits d’Eté”
Liszt: Pace non trovo (Petrarch)
Liszt: I' vidi in terra angelici costumi (Petrarch)
Ravel: Cinq Mélodies Populaires Grecques
Delibes: Flower Duet (Lakmé)
Mozart: Perdona al Primo Affetto (La Clemenza di Tito)

Venerdì 13 Luglio - ore 21,15
Castello dei Cavalieri di Malta, Magione

Angela Hewitt, pianoforte

Bach: Clavicembalo Ben Temperato (brani)
Schumann: Sonata in Fa-diesis minore, Op.11

Tutti i concerti e repertori potrebbero subire variazioni
In caso di pioggia i concerti di Magione si terranno presso la Chiesa di San Giovanni Battista - Via XX Settembre

(06-07-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 06-07-2007 alle :