inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cronaca

Parte l’iniziativa “Un libro per un sorriso”

Ciacci: “Ho voluto mettere a disposizione i miei lavori e la mia passione di scrittore per aiutare chi realmente ne ha bisogno”. Un’“iniziativa che coglie due elementi fondamentali della vita di tutti noi: la cultura e la solidarietà”


L’idea nasce dalla tragica perdita del figlio Riccardo, morto a soli 23 anni a causa di un banale incidente di moto. Dopo un primo momento di confusione Franco Ciacci è riuscito a reagire e a dar voce ad un dolore che non si cancella, ma si modifica, si apre. Un dolore nobile che si è trasformato in un gesto positivo in grado di trasmettere qualcosa agli altri. E’ nato così il progetto “Un libro per un sorriso” inaugurato con la presentazione di due volumi dello stesso scrittore perugino Franco Ciacci: “Grazie, preferisco il Cynar” e “Voci dalla collina”, primo passo dell’iniziativa sperimentale lanciata in Umbria dallo stesso autore e che darà la possibilità ai cittadini di dare un contributo all’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule (Aido) di Perugia e all’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada (Aifvs).

“Gli scritti da me già realizzati e quelli in via d’elaborazione sono essenzialmente testi rivolti al grande pubblico – chiarisce Ciacci –. Ho voluto mettere a disposizione i miei lavori e la mia passione di scrittore per aiutare chi realmente ne ha bisogno.”
“Si tratta di una importante e iniziativa che coglie due elementi fondamentali della vita di tutti noi: la cultura e la solidarietà
– spiega il Vicesindaco Nilo Arcudi -. Uno forzo per far stare meglio gli altri ma anche se stessi. Per accrescere il proprio senso di identità, di appartenenza e di equilibrio rispetto alla vita quotidiana. Attualmente stiamo vivendo un importante momento di protagonismo da parte delle associazioni di volontariato e culturali che con il loro contributo, in sinergia con le Istituzioni, partecipano alla crescita culturale e sociale della città”.
“Grazie, preferisco il Cynar è una satira attenta al modo di vivere moderno e alla carenza degli occidentali di pensare a qualcosa di diverso dalle semplici cose materiali
– spiega supervisore del progetto, il professor Guido Panico.
“Questo libro ci insegna che si può essere migliori e di sicuro più coraggiosi – continua il senatore Franco Asciutti, curatore della prefazione di “Grazie preferisco il Cynar -; ci insegna a dare voce ai nostri pensieri e ad ascoltare gli altri. Ci spinge ad osservare meglio; ci invita ad essere critici con gli altri ma soprattutto con noi stessi”.

Voci dalla collina è un racconto realmente accaduto ambientato nelle campagne di Spoleto intorno ai primi anni del ‘500, periodo storico governato dalla dominazione dello Stato Pontificio.
La storia si incentra attorno alla figura di una ragazza che subisce un affronto da un ras locale. “Un romanzo utilizzato come strumento per affermare i sentimenti del presente - illustra il senatore Sandra Monacelli, estensore della presentazione di “Voci dalla collina” -, come importante mezzo per trasmettere un messaggio grande: il dolore che riesce a fondersi in un gesto di altruismo verso gli altri”.

A sostenere l’iniziativa c’erano anche il Presidente Aifvs Regione Umbria Monica Marinelli, il Presidente Aido Regionale Umbria Aldo Villani e l’Onorevole Maurizio Ronconi (Responsabile del progetto e membro della commissione di controllo).
Un’apposita commissione, composta dal professor Guido Panico, dall’onorevole Maurizio Ronconi e dall’avvocato Danilo Riponti, avrà il compito di controllare sull’attività svolta e sulla trasparenza dei criteri di distribuzione e verificherà, di volta in volta, la regolarità delle procedure.

Il costo di un volume è di 10 euro e si può prenotare inviando una mail a: ilibridelsorriso@tiscali.it o un fax allo 075 9661189, oppure telefonare al numero 075 9660679 o al cellulare 340 1218215. Per la distribuzione è previsto anche l’utilizzo di canali sociali ed istituzionali: attraverso comuni, fondazioni, associazioni, parrocchie, banche, nelle piazze in occasione di fiere, convegni, meeting, conferenze, eventi di beneficenza, e tramite ospedali, cliniche private e medici di famiglia.

(13-06-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 13-06-2007 alle :