inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ambiente

Una kermesse simbolo dell’Umbria che cresce

È stata inaugurata la terza edizione di “Vini nel mondo”, la “manifestazione, che garantisce un contatto diretto tra produttori e consumatori” ed esalta “la qualità dell’Umbria nel mondo”


Al rullo di tamburi e sotto una cascata di coriandoli rossi è partita la terza edizione di Vini nel Mondo. Questa mattina, alle 11, a Piazza Garibaldi, a Spoleto, la cerimonia di inaugurazione alla presenza delle autorità e della stampa, con il taglio del nastro e lo stappo di una bottiglia Asti Cinzano Docg.
Un evento di grande spettacolarità che ha richiamato nella città ducale giornalisti ed enoappassionati, come ha sottolineato Alessandro Casali, del Gruppo MEET, promotore e organizzatore della Terza Edizione Vini nel Mondo: “Oltre cinquanta giornalisti di settore della stampa umbra, nazionale ed estera, presenti fin dalla mattina alla manifestazione, testimoniano il grande eco di questo evento”.
L’auspicio è che “il mondo del vino , oltre alla città di Spoleto, attraverso questa manifestazione, che garantisce un contatto diretto tra produttori e consumatori, siano soddisfatti di tanto successo”.

Per Massimo Brunini, sindaco di Spoleto: “In queste circostanza parlano i fatti, a dimostrazione di come la nostra città viva giornate di eccellenza, una città che con il vino si coniuga molto bene e che ha l’ambizione di esaltare la qualità dell’Umbria nel mondo, grazie agli spoletini veraci, che fanno di questo evento un impegno concreto e di successo. Spoleto è una città seria ma anche giovane, una città del passato ma anche del futuro. Un punto fermo nel mondo”.
Un evento che piace anche ai neofiti del vino: “Non sono un grande bevitore di vini – ha sottolineato l’onorevole Domenico Benedetti Valentini, tra gli ospiti d’onore di Vini nel Mondo - ma come non riconoscere il grande successo di questa manifestazione. Mi immergerò in questo magnifico contesto, alzando i calici assieme a tutti gli amanti e appassionati dell’arte e del gusto”.

Una manifestazione a sostegno dei prodotti di qualità dell’Umbria come ha affermato Giancarlo Cintioli, consigliere regionale: “Per rivalutare le nostre migliori qualità sta partendo anche la campagna del Trebbiano spoletino, a dimostrazione dell’enorme importanza che riconosciamo ai prodotti umbri e Vini nel Mondo, è un impegno in questa direzione che speriamo di rinnovare anno per anno, con la collaborazione di tutti”.
Una sinergia per assecondare la crescita produttiva della Regione anche secondo Carlo Antonini, assessore provinciale con delega alla Protezione Civile:
“La grande tradizione dell’antichità si rinnova in quella spoletina e le due passate edizioni di Vini nel Mondo lo hanno dimostrato, segno tangibile dell’Umbria che cresce”.
Un bisogno di fare squadra condiviso da Casali: “Spoleto diventa in questi tre giorni capitale italiana del vino, con oltre 200 cantine e 2000 etichette. E per aiutare questa città e tutta l’Umbria a vincere in Italia e nel mondo, bisogna continuare a fare squadra”.
Infine un appello alle istituzioni e un ringraziamento: “La politica – ha aggiunto Casali - deve essere trasversale al mondo del vino, presente a Spoleto a 360 gradi. Ringrazio tutti ed in particolar modo il Mipaaf ed il ministro de Castro per il sostegno che anche quest’anno hanno voluto riconoscere all’evento”.

(01-06-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 01-06-2007 alle :