inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ambiente

Ecco la XV edizione di “Cantine aperte”

Al grido di “Vedi cosa bevi” il “Movimento Turismo del Vino” darà il via, domenica 27 maggio 2007, alla quindicesima edizione di “Cantine Aperte” in Umbria


Chiara Lungarotti, presidente nazionale del “Movimento Turismo del Vino”, intervenendo stamani a Palazzo Donini a Perugia alla conferenza-stampa di presentazione della quindicesima edizione di “Cantine Aperte” in Umbria, promossa dalla Direzione Regionale Umbra del “Movimento Turismo del Vino” ha così riassunto il significato dell’iniziativa che chiude il mese di maggio: “Oggi che le cantine, a differenza di un tempo, sono aperte tutto l’anno, ‘Cantine Aperte’ rappresenta una grande festa, in cui l’enoturista e il neofita possono avvicinarsi in massa al mondo del vino, e nello stesso tempo al territorio che lo produce ed alle sue città d’arte.

Alla conferenza-stampa hanno preso parte il direttore regionale del Movimento Ernesto Sportoletti, il coordinatore regionale delle “Strade del Vino e dell’Olio” Avelio Burini, il direttore dell’Assessorato regionale all’agricoltura Maria Ernesta Ranieri (in rappresentanza dell’assessore Liviantoni), l’amministratore unico dell’Agenzia di Promozione Turistica dell’Umbria Stefano Cimicchi.

Nella giornata di domenica 27 maggio 2007, saranno quarantasei le cantine che aderiscono all’iniziativa, un numero superiore agli anni precedenti.
Le aziende vitivinicole apriranno così le porte – ha spiegato Ernesto Sportoletti – ad appassionati e curiosi, organizzando degustazioni ed eventi, il cui obiettivo sarà quello di guidare i visitatori, attraverso gli itinerari regionali del gusto e del vino, con passeggiate tra i vigneti, musica e percorsi in bicicletta, all’insegna del motto della manifestazione “Vedi cosa bevi”.

In collaborazione con “Vodafone”, il concorso “Vinofonino” premierà con bottiglie di qualità i partecipanti alle due sezioni in programma, scatti fotografici e “corti” realizzati in loco con il telefonino.
In più, anche quest’anno la manifestazione sosterrà con la vendita dei “calici firmati” il comitato per la vita “Daniele Chianelli”, l’associazione umbra di volontariato che raccoglie fondi per la ricerca e la cura dei tumori e delle leucemie infantili.

È chiaro che “Ormai si lavora per una promozione ‘in sinergia’ – come ha detto Avelio Burini -, una sinergia in cui i prodotti vengano associati al territorio, anche se il vino costituisce ovviamente, in questo caso, la prima attrazione”.

Tutto ruota intorno al “connubio tra il vino e il territorio”, ne ha parlato anche Ernesta Maria Ranieri, sottolineando la “crescita notevolissima” di “Cantine Aperte”.

“L’enoturismo è un elemento primario nell’immaginario suscitato dall’Umbria – ha detto Stefano Cimicchi, presidente dell’Apt – e ‘Cantine Aperte’ è parte di quel processo comunicativo che ha trasformato nel tempo i vinattieri in imprenditori. L’enogastronomia – ha aggiunto, e di questo tutti oggi sono convinti, – riveste oggi un ruolo-chiave per il turismo”.

(24-05-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 24-05-2007 alle :