inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ambiente

Fonti rinnovabili e biomasse, se ne parla a Todi

La splendida cittadina umbra il 18 maggio 2007 ospita presso i Palazzi comunali un convegno sull’Agroenergia. Proprio così, l’agricoltura può diventare una fonte energetica…


L’agricoltura come fonte energetica. Su questa prospettiva, che comincia già adesso a diventare realtà, l’ITT Scarl per il trasferimento tecnologico, in collaborazione con Publiservice, promuove il convegno “Agroenergia, impresa agricola ed energie rinnovabili” che si terrà nel Palazzo comunale di Todi il 18 maggio prossimo.

L’on. Gianpiero Bocci con la relazione di apertura, e numerosi esperti affronteranno il tema delle fonti rinnovabili alternative ai combustibili fossili.
Al centro della riflessione, i residui dell’industria del legno e agroalimentare che contribuiscono a creare le cosiddette biomasse. Dalla loro combustione si può trarre energia termica ed elettrica, tale da garantire il riscaldamento a migliaia di famiglie, o l’autosufficienza energetica di piccole realtà produttive.

In Italia una fonte rinnovabile come la biomassa è un’occasione straordinaria per contribuire alla salvaguardia del suo ecosistema. L’utilizzo di queste fonti sempre disponibili richiede impianti di contenute dimensioni, limitando l’impatto sul paesaggio. La tecnologia è in grado di eliminare le scarse emissioni nocive derivanti dalla combustione. Persino le ceneri possono essere utilizzate in edilizia e nei fertilizzanti. I residui della lavorazione del legno e dei prodotti agricoli uscirebbero dalla qualifica di rifiuti con i relativi costi di smaltimento. Attraverso il reimpiego a scopi energetici diventano fonte di reddito con una spinta allo sviluppo sostenibile del settore agricolo e della silvicoltura.

Il convegno intende favorire la creazione di imprese agroenergetiche. Inoltre punta a sensibilizzare l’opinione pubblica, le parti sociali, le pubbliche amministrazioni e il legislatore sull’urgenza delle fonti rinnovabili di fronte all’emergenza energetica e ambientale, e sull’occasione immediata offerta concretamente dalla biomasse.
Si tratta di superare ostacoli finanziari e burocratici al loro utilizzo, per il quale esiste già un quadro normativo europeo e nazionale, e quindi adottare le scelte politiche ed economiche conseguenti.

Moderatore Raffaele Marmo del Quotidiano Nazionale, ne discutono a partire dalle ore 10, oltre all’on. Bocci della Commissione Ambiente e Lavori Pubblici della Camera, l’AD della BioSviluppo Antonio Mazza, il vicepresidente della Regione Umbria e Assessore alle Politiche Agricole Carlo Liviantoni , Lucio Gervasi (direttore dell’Area Ambiente nella Provincia di Perugia), Alessandro Arioli (Università del Piemonte Orientale), Angelo Frascarelli (Università di Perugina), Antonio Giovannoni (Università E-Campus), Carlo De Masi (Flaei Cisl), Guido Vivarelli Colonna (Confagricoltura), e i manager Luciano Goffi (Banca Popolare di Ancona), Oscar Merendoni (Elyo’), Nando Pasquali (GSE), Carlo Pencelli (Caltiber).

(17-05-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 17-05-2007 alle :