inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

Premiata Officina Trevana 2007

Si chiama così la grande mostra collettiva che chiude il processo iniziato con “OFFICINE DELL’UMBRIA 07. Didattica e laboratori di sperimentazione creativa”. È una mostra autonoma curata da Maurizio Coccia e Matilde Martinetti


Premiata Officina Trevana 2007 è la grande mostra collettiva che chiude il processo iniziato con OFFICINE DELL’UMBRIA 07. Didattica e laboratori di sperimentazione creativa.

Premiata Officina Trevana 2007, a cura di Maurizio Coccia e Matilde Martinetti, è comunque una mostra autonoma. Gli artisti invitati sono accomunati non solo dalla partecipazione ai laboratori didattici, ma anche da una diffusa capacità di registrare, in base ad un sentire assolutamente personale, le suggestioni del quotidiano.
Nelle opere esposte, infatti, è ravvisabile una spiccata attenzione per il dato reale e per il contesto - ambientale e culturale - che ci circonda. Così, ad esempio, gli sguardi intimi e contemplativi sul contesto di appartenenza nei lavori di Romano Bertuzzi, fanno riscontro al lucido sguardo sull’attualità, critico e sociale, di Alterazioni Video e Fabrizio Segaricci. L’afflato ironico di Marco Antonecchia o la divertita ibridazione tra elementi naturali ed artificiali in Franco Menicagli sembra stemperare la musealizzazione di fiori artificiali in Pietro Pintadu. Le contaminazioni culturali nell’opera del duo Hidalgo Taller sono sofferto controcanto alle urgenze ambientali nei lavori di Giorgio Lupattelli e Giuseppe Stampone. Parallelamente, la poetica del viaggio, sospesa tra intimo e documentario, emerge nei lavori di Anila Rubiku, mentre in Chiara Camoni è il difficile equilibrio di valori a catalizzare l’attenzione. Per finire, lo sguardo trasversale di Leonora Bisagno sul lato curioso della realtà, si sposa con la poetica di Enrico Vezzi, attenta a sottolineare le peculiarità dei luoghi. In ultimo, il rigore formale di Viaindustriae altro non è che la traduzione visiva di un invito alla relazione.

Nel corso di Premiata Officina Trevana sarà realizzato un progetto speciale a cura dell’artista Pietro Pintadu. Presso la cava dell’azienda Luigi Metelli verrà infatti allestita “Prato Eolico”, installazione di carattere pubblico ed ambientale realizzata con un numero cospicuo di girandole colorate. L’intervento avvalora la sinergia di pubblico e privato nella condivisione di intenti culturali di alto profilo. Il progetto, infatti, è patrocinato da Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comuni di Campello sul Ciltunno, Castel Ritaldi, Foligno e Trevi ed è supportato da Luigi Metelli e Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno (Main sponsor). Si ringrazia il Ristorante Taverna del Pescatore di Trevi.

In occasione dell’inaugurazione verrà presentato il catalogo della precedente edizione, OFFICINE DELL’UMBRIA_06. Interverranno l’Assessore Regionale all’Istruzione Maria Prodi, il Sindaco di Trevi Giuliano Nalli e l’Assessore all’Istruzione del Comune di Trevi Stefania Moccoli.

Genere: arte contemporanea, collettiva
Inaugurazione: sabato 05 maggio, dalle ore 12
Date: 08 maggio _ 22 agosto 2007
Orari: dal martedì alla domenica, dalle ore 16 alle 19. Lunedì chiuso
Sede espositiva: Palazzo Lucarini Contemporary, Centro per l’arte contemporanea, Palazzo Lucarini, 06039 Trevi (PG)
Curatela: Maurizio Coccia e Matilde Martinetti
Special project: Pietro Pintadu, “Prato Eolico”, 2007. Cava Metalli, Loc. Scoppeto – Manciano di Trevi. Visita su appuntamento.

(04-05-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 04-05-2007 alle :