inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

“Barracuda 2007”, il grande ritorno di Luttazzi

A Perugia, al Cinema Teatro Turreno, giovedì 26 aprile 2007, in scena c’è Daniele Luttazzi, il comico che non si risparmia, e la sua satira da “Barracuda”… che non risparmia nessuno


Umorista al vetriolo, vena da battutista navigato, player in grado di recitare in perfetto stile anglosassone, comico scientifico senza risparmiarsi e risparmiare niente. Tutti in piedi, in scena c’è Daniele Luttazzi.
Pronto a dimostrare di essere quel “Barracuda” che sta sempre sulla cresta dell’onda, perché la sua satira è improntata soprattutto sull’attualità con tutti gli annessi e connessi di una società caotica e contraddittoria.

Il palato fine del pubblico umbro e perugino in particolare è pronto a metterlo alla prova. Lui, che si è sempre distinto per colpire ora di clava ora di fioretto, è pronto a rispondere presente, ancora una volta, giovedì sera 26 aprile, quando dalle 21.30 risate e riflessioni la faranno da padrone al Cinema Teatro Turreno di Perugia.

Per capire Luttazzi e il suo “Barracuda 2007” (remake della versione di ben otto anni fa) è fondamentale considerare la sua recitazione distaccata e feroce, con un ritmo forsennato con cui porge una sferzata dietro l’altra. L’impressione – ha scritto la critica - è quella di trovarsi da un medico che sappia calcolare ogni minima reazione del paziente-pubblico, risata per risata. E siccome le sue esibizioni sono lezioni su cosa sia la satira, a cosa serva e come debba essere esercitata ecco che da platea e palchetti non sarà complesso rendersi conto della “becera attualità politica, della meschineria religiosa, dell’ipocrisia dilagante” additata dal suo “humour noir” che tocca l’apice quando improvvisa.

Al grido di “la satira se non è eccessiva non diverte”, Luttazzi non s’arresta di fronte a niente: dalla politica alla cosiddetta società dello spettacolo, suscitando profondo divertimento, ma anche un vago senso di amarezza.

Che non suscita alcuna stonatura, perché dopo ogni risata è fisiologico tornare seri e riflettere un po’.

(26-04-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 26-04-2007 alle :