inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cronaca

Il mercato immobiliare si assesta in Umbria

Ha un andamento positivo pur con un rallentamento della domanda, l’offerta delle abitazioni è stabile, si stanno stabilizzando i prezzi e le richieste di alloggi medi e medio-piccoli. Crescono gli acquisti da parte degli immigrati


L’andamento del mercato immobiliare in Umbria, anche in relazione alla nuova finanziaria. Questo il tema dell’incontro che si è svolto stamani in Provincia e che è servito per capire come si muove il mercato immobiliare residenziale, conoscere l’andamento dei prezzi delle abitazioni, delle compravendite, le potenzialità di mercato e i nuovi drivers che guideranno la domanda futura degli alloggi, anche se all’ombra della nuova finanziaria che con i suoi adempimenti “rischia di penalizzare un settore che fattura in Umbria 990 milioni di euro e in Italia 128 miliardi di euro”. “E’ importante il rapporto sinergico tra istituzioni e questo comparto economico che tira anche nei momenti di cambiamento – come ha sottolineato Giulio Cozzari presidente della Provincia – Visto anche l’interesse degli stranieri per il nostro territorio, possiamo intuire la possibilità di un futuro interessante”.

L’importanza del settore è stata ribadita anche dall’assessore regionale Silvano Rometti che ha evidenziato come il comparto rappresenti il 30% del PIL della Regione ed ha confermato l’interesse dell’Ente sia con il mantenimento di interventi per la casa sia con la nuova legge sui centri storici tesa a riportarvi i residenti e le attività economiche con meccanismi di incentivazione, di premialità e con maggiore flessibilità. “Il mercato immobiliare – ha commentato Bruno Biagiotti presidente provinciale FIMAA - dovrà fare i conti con le nuove tendenze di richiesta degli alloggi che sono quelle di taglio medio e medio piccolo (circa 80 mq) per rispondere alle esigenze di oggi: single, persone anziane, nuove coppie, nuove famiglie che si formano dopo separazioni e divorzi, nonché la domanda dei molti stranieri che stanno entrando nel nostro paese (quasi il 5% della popolazione residente) e stanno iniziando ad acquistare case. Sul totale delle compravendite del 2006, il loro peso è stato poco meno del 20%. In Umbria il mercato ha registrato una leggera flessione. Si tratta di un fenomeno di assestamento dopo cinque anni di crescita esponenziale. Cresce l’attenzione all’offerta di qualità. Dell’84% delle famiglie proprietarie delle case dove vivono, il 46% è alla ricerca di condizioni migliori”.

Secondo lo studio elaborato da Scenari Immobiliari, il mercato residenziale a Perugia si è confermato positivo pur con un rallentamento della domanda, l’offerta delle abitazioni è stabile, sia nel nuovo che nell’usato, le compravendite sono leggermente calate (4mila unità scambiate), il fatturato sfiora i 780 milioni di euro (+5,4% rispetto all’anno precedente). La pressione sui prezzi si è mantenuta lieve anche se con diverse intensità: in alcune zone di particolare pregio gli incrementi hanno anche superato il 7,5% mentre nelle zone semicentrali e periferiche gli incrementi medi dei prezzi sono oscillati ancora tra il 4 e il 6,5%. Il mercato delle locazioni è fermo, con una diminuzione del 5% dei contratti e con canoni che sono rimasti fermi sui livelli del 2005 in alcune zone, quelle semicentrali. A Terni il mercato è sostanzialmente stabile, con compravendite in calo del 4% (in totale 1300) e con un fatturato intorno ai 210 milioni di euro (+ 4%), l’offerta è stabile con piccoli incrementi dovuti alle ristrutturazioni degli edifici esistenti, la domanda è in calo rispetto al 2005 con un fenomeno di uscita dalla città verso i centri vicini. Al convegno ha portato il saluto in apertura Alberto Bianchi ‘decano’ degli agenti immobiliari di Perugia. Sono intervenuti inoltre Alberto Pizzirani presidente nazionale F.I.M.A.A. Italia Claudio Umbrico vice presidente Ance di Perugia, Patrizia Paolucci condirettore Unicredit Banca, Marco Caccinelli consigliere Confcommercio, Gianfranco Vasapollo della società Medio F.I.M.A.A. L’incontro è stato promosso e organizzato dal Collegio degli Agenti Immobiliari (F.I.M.A.A.) Confcommercio e dalla Provincia di Perugia.

(29-03-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 29-03-2007 alle :