inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

Un musical per Luigi Tenco

Va in scena sabato 24 al Teatro Comunale di Narni ed interpreta a pieno i messaggi contenuti nelle opere del cantautore


Sabato 24 febbraio, al Teatro Comunale di Narni la Stagione di Prosa prosegue con Tenco a Tempo di Tango, uno struggente musical costruito con mano felice dal regista Gigi Dall’Aglio sul testo del giallista Carlo Lucarelli, con gli applauditissimi Adolfo Margiotta e Mascia Foschi che canta con commovente intensità le canzoni di Tenco, arrangiate a tempo di tango dal bravissimo Alessandro Nidi con il suo quartetto.

Un ispettore della polizia di San Remo, subito dopo il suicidio di Luigi Tenco durante il festival del 1967, viene incaricato dal commissario di investigare sulle attività che il cantante fece durante il suo viaggio a Buenos Aires nel dicembre del 1965, dove si sospetta siano accadute delle cose che possono avere relazione con la sua morte.
Durante quel viaggio Tenco partecipò all’ultima puntata di un teleromanzo che aveva come sigla la sua canzone “Ho capito che ti amo”, poi rimase in Argentina per circa dieci giorni, di cui poco si sa. Nelle sue ricerche l’ispettore si imbatte in una locanda dove tutte le sere una piccola orchestra suona canzoni di Luigi Tenco al ritmo locale, cioè il tango. La cantante del gruppo, figlia di immigrati, sembra conoscere tanti (troppi) particolari della vita e dei lavori del cantautore. Un divertente susseguirsi di sospetti e malintesi animano la storia. Addentrandosi sempre di più nei testi delle canzoni di Tenco e spinto anche dall’influenza della ragazza, l’ispettore si allontana piano piano dal filone investigativo, e inizia a scoprire un mondo diverso da quello conosciuto fino adesso, fatto di uguaglianza, amore e pace, sviluppando in lui lo stesso germe che mobilitò, poco tempo dopo, milioni di giovani in tutto il mondo, dando origine al movimento del ’68.

Un finale a sorpresa interpreta a pieno i messaggi contenuti nelle opere del cantautore.

Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere telefonicamente, fino al giorno precedente lo spettacolo, presso il Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria, tutti i giorni feriali, dal lunedì al sabato, dalle 16 alle 19, al n°075/57542222.

(23-02-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 23-02-2007 alle :