inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

salute

A Perugia insieme per la diagnosi e la terapia dei tumori neuroendocrini

Si è costituito a gennaio un Gruppo Multidisciplinare Regionale che si propone l’elaborazione di protocolli diagnostico-terapeutici e l’intensificazione delle attività di ricerca avviate, anche in collaborazione con gruppi nazionali ed internazional


Con un incontro svoltosi il 16 gennaio scorso presso il Policlinico di Perugia si è costituito il Gruppo Multidisciplinare Regionale per la diagnosi e la terapia dei tumori neuroendocrini.
All’incontro, moderato dal prof. Maurizio Tonato, Direttore Scientifico del CRO, Centro di Riferimento Oncologico Regionale, e dal prof. Fausto Santeusanio Direttore del DIMISEM, Dipartimento di Medicina Interna e Scienze Endocrine dell’Università di Perugia, hanno partecipato i principali specialisti regionali coinvolti nelle diagnosi e terapia di tale patologia.

L’iniziativa rientra nelle attività del CRO, volte a creare sinergie tra le varie componenti specialistiche oncologiche dell’Umbria. Il Gruppo, infatti, comprende endocrinologi, oncologi, chirurghi, gastroenterologi, anatomo-patologi, radiologi e medici nucleari provenienti dalle principali strutture ospedaliere della regione e con specifica esperienza e competenza in questi tipo di tumori.

Le neoplasie neuroendocrine sono malattie relativamente rare, ma probabilmente sottostimate, e rappresentano un sottogruppo di tumori a vario grado di malignità che insorgono in diversi organi a partire da cellule che fanno parte di un sistema detto sistema neuroendocrino diffuso. Tali cellule hanno la capacità di influenzare varie funzioni dell’organismo attraverso la produzione di ormoni o mediatori chimici comuni al sistema endocrino e a quello nervoso. Le peculiari caratteristiche di questi tumori, sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico, richiedono un approccio clinico multidisciplinare, esigenza a cui appunto l’iniziativa vuole rispondere.

Il Gruppo si propone l’elaborazione di protocolli diagnostico-terapeutici volti a razionalizzare l’approccio alla malattia, la discussione collegiale dei casi clinici ed l’intensificazione delle attività di ricerca gia avviate anche in collaborazione con gruppi nazionali ed internazionali. Al termine dell’incontro il Dr. Piero Ferolla è stato nominatocoordinatore regionale del Gruppo.
La costituzione di uno specifico gruppo regionale fa seguito all’attività clinica già svolta da numerosi anni, che ha portato il gruppo Perugino, che fa capo all’ambulatorio di Neuroendocrinologia del DIMISEM in stretta collaborazione con l’oncologia e la Chirurgia Toracica, ad essere uno dei punti di richiamo nazionale per questa patologia, anche per il numero di pazienti seguiti attivamente. Il raggiungimento di quest’ultimo importante risultato è stato reso possibile anche grazie al contributo e al sostegno finanziario dell’associazione di volontariato “Vivere la speranza” con sede a Montefalco, impegnata dal 2000 nella raccolta fondi e nell’attività di supporto alla ricerca scientifica nel campo dei tumori neuroendocrini.

(05-02-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 05-02-2007 alle :