inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

Profulgente al caffè letterario bct… alla scoperta dei processi di ricerca e sperimentazione visiva

Lunedì 22 gennaio 2007 alle ore 17.30 al caffè letterario della Biblioteca Comunale di Terni, inaugurazione della videoistallazione ed incontro con l’autore dell’opera, Leone Camardese


Continuano i progetti che legano il linguaggio delle arti visive alla biblioteca multimediale bct. Dopo il successo della computer art di Ida Gerosa presentata in bct dalla celebre artista romana che ha seguito un percorso visivo legato all’emozione, è la volta di un altro “creativo”. In questo caso si tratta di un locale, Leone Camardese che ha già realizzato documentari naturalisti e mostre che hanno come soggetto insetti e farfalle. Ora Camardese sperimenta un'altra espressione artistica che ha come protagonista la luce. Si tratta di Profulgente, una videoistallazione che prosegue nella ricerca sui colori e le dinamiche della luce dalla sua purezza bianca fino ai colori e ai movimenti pulsanti.
Una ricerca che usa l’handycam come pennello, la luce come tavolozza e lo schermo nero del televisore come tela, senza uso di computer o elaborazioni digitali.
L’istallazione dei video sui televisori e schermi lungo un percorso, è un viaggio nelle nebulose, nelle costellazioni, tra stelle e bagliori che si staccano dalla luce in una ricerca di profondità introspettive tra visione, percezione, emozione e gioia.
Con musica originale scritta ed eseguita per l’occasione.
L’istallazione viene inaugurata con un incontro aperto lunedì 22 gennaio ore 17.30 al caffè letterario bct: un’occasione per interagire con l’autore dei video e per poter analizzare questioni legate alla ricerca e alla sperimentazione visiva. Un’opportunità per rivolgere domande a chi ha curato il progetto che si nutre di supporti musicali interessanti come il didjridoo ad opera di Stefano Crocelli e di un pregevole montaggio video a cura di Daniele Ciabattoni.
Tutti i giorni fino al 31 gennaio sarà possibile visionare le istallazioni disposte nei diversi piani bct secondo un itinerario che gioca con le emozioni mediante un incalzante uso di colori e di impulsi luminosi fino a generare un effetto stroboscopico nell’ “area protetta” dell’aula didattica dove le immagini non vengono proiettate ma trasmesse in uno schermo attraverso un tubo catodico.

Leone Camardese, nato all’Aquila nel 1952, dai primi anni ’60 vive e lavora a Terni. Laureato in Psicologia, negli anni ’70 ha esordito con la pittura in diverse mostre personali e collettive. Da sempre appassionato di cinema, da qualche anno si dedica a video sperimentali e documentari sulla natura.
Dopo una lunga ricerca sugli aspetti estetici della natura nascono una serie di istallazioni e mostre sul tema delle farfalle.
Dall'uso improprio dei due oggetti (la televisione e la telecamerina delle vacanze)
più usati nel modo proprio più "stupido", trova un'infinità di forme e colori che si trasformano nelle sue mani in codice e linguaggio, illuminando immagini e dinamiche
altrimenti invisibili.
A partire dal 2005 ha esposto foto (fermo-immagini) e proiettato video a Somma Vesuviana (NA), Stroncone, Rieti, Acquasparta e Terni in occasione del Cantamaggio e del 1° Festival internazionale della Creazione Contemporanea.

(22-01-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 22-01-2007 alle :