inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

Gastone, canti e balli d’autore a Todi e Foligno

La stagione dello Stabile dell’Umbria dà spazio ad un testo di Ettore Petrolini tra i più popolari, ma… tra i meno conosciuti. Tosca e Massimo Venturiello sono i protagonisti


Venerdì 12 gennaio 2007 al Politeama Clarici di Foligno e sabato 13 gennaio 2007 al Comunale di Todi, Tosca e Massimo Venturiello sono gli esilaranti protagonisti di uno dei testi più famosi di Ettore Petrolini, Gastone, per la regia di Massimo Venturiello.
In scena un cast di attori fenomenale che cantano e ballano per raccontare questo gustosissimo affresco di teatro comico popolare.
Gastone è un personaggio dal fascino irresistibile, un mito che incontra il divismo e affonda nella miseria umana; il mito di un grande talento scenico minato dal vuoto di valori. In altre parole: il mito dell’arte sconfitta dalla società dello spettacolo.

Il testo di Petrolini è forse uno dei suoi più popolari, ma al tempo stesso dei meno conosciuti. E’ la storia di un artista spiantato che cerca di incastrare una ragazza per bene promettendole fama e fortuna sul palcoscenico. Una satira feroce del divismo e di quel mondo senza regole; qualcosa che – fatte le debite proporzioni – oggi sentiamo straordinariamente vicino, e non solo se pensiamo a tante avventure di impresari e veline. Perché non è solo il mondo dello spettacolo – oggi – quello che Gastone ci disvela.

Dietro le pieghe di questo personaggio, infatti, si cela un uomo senza scrupoli pronto a sacrificare qualunque sentimento al suo successo personale, convinto di aver ricevuto, assieme al suo talento, il privilegio di poter aggirare tutte le regole; tanto nei rapporti umani quanto in quelli professionali.
Con un adattamento del copione originale (che prevede l’uso di altri materiali di Petrolini, sia del suo repertorio comico sia del suo repertorio musicale), Massimo Venturiello e Tosca affontano il nodo del rapporto fra società e spettacolo; quello spazio nel quale i sogni buoni si trasformano in illusioni cattive in virtù dell’uso spregiudicato della finzione che sfocia vuoi in volgarità, vuoi in menzogna.

Il tutto, con l’aiuto di uno degli autori più geniali e cattivi della tradizione comica popolare: quel Petrolini che fustigava l’idiozia delle platee divertendole al tempo stesso. Il nome di Gastone è sinonimo della forza amara del teatro comico che non fa sconti alla realtà, mettendo alla berlina i suoi difetti.

Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere telefonicamente, fino al giorno precedente lo spettacolo, presso il Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria, tutti i giorni feriali, dal lunedì al sabato, dalle 16 alle 19, al n°075/57542222.

(11-01-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 11-01-2007 alle :