inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

sport

Un rally ronde sugli sterrati della Valtiberina

Valtiberina fa rima con natura e paesaggio,poi anche certo cultura e storia. Ebbene a tutto questo si aggiungono le competizioni rallistiche… ed il mix si fa davvero esplosivo!


Storia e cultura si fondono in un contesto geografico senza pari in Valtiberina. Senza dubbio uno degli scorci geografici più belli d’Italia. Le competizioni rallistiche, dal canto loro, vantano l’indiscutibile valore aggiunto coniugando turismo e sport. Eclatante è infatti il caso della 1. Ronde della Valtiberina su sterrato che si disputerà nei primi giorni di marzo, proponendo il fascino della vallata situata tra Umbria, Marche e Romagna e l’invidiabile opportunità di correre su spettacolari fondi in terra.

E’ la PRS Group a presentare la prima edizione della Ronde Valtiberina, su tracciati che riportano alla memoria gli storici avvenimenti che segnarono competizioni come il rally di San Marino e per alcuni anni dell’iridato Rallye di Sanremo. Per l’evento sarà infatti utilizzato un tratto di strada sterrata dalla lunghezza totale di dieci chilometri, dall’intero sviluppo in provincia di Arezzo, la cui particolare conformazione garantirà il grande spettacolo delle corse su strade in terra segnalandosi come adatto terreno di prova per i collaudi delle vetture allestite per questo genere di competizioni.

Un percorso concentrato ed una struttura di gara congeniata in modo tale da essere facilmente affrontato dai concorrenti, senza impegnare eccessivamente in termine di tempo svolgendosi in sole due giornate sviluppandosi sulle strade attorno a Pieve Santo Stefano, sede amministrativa della 1. Ronde della Valtiberina.

Anche il periodo di effettuazione della gara, sabato 3 e domenica 4 marzo, è stato scelto dagli organizzatori a dare il via alle gare su terra. Per i piloti e i team che affronteranno il Campionato Italiano e il Trofeo Terra potrebbe essere un valido test in vista degli appuntamenti della stagione di competizioni che andrà a cominciare nelle settimane seguenti ed anche per quanti amano la guida delle vetture World Rally Car.

Alla luce delle peculiarità tecniche che si stanno delineando, si evince di come la gara godrà di una forza attrattiva unica rafforzata ulteriormente dalla diminuzione della tassa d’iscrizione operata dalla CSAI, passata da 270 a 180 Euro a concorrente.

(10-01-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 10-01-2007 alle :