inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

Due scapoli e una bionda, a Gubbio

Il Teatro Comunale alza il sipario lunedì 8 su Franco Oppini, Nini Salerno e Barbara Terrinoni, diretti da Alessandro Benvenuti, impegnati nel famoso quanto esilarante testo di Neil Simon


Lunedì 8 gennaio, alle 21.00, al Teatro Comunale di Gubbio Franco Oppini, Nini Salerno e Barbara Terrinoni, diretti da Alessandro Benvenuti, sono gli esilaranti protagonisti della brillante e avvincente favola di Neil Simon Due scapoli e una bionda.
Negli anni in cui il grande commediografo sfonda a Broadway ci sono le guerre nel Vietnam, le esplosioni nei ghetti, le violenze urbane, l’inflazione, la rivoluzione sessuale e il cittadino medio della metropoli ha perso fiducia nei propri valori, non ha più niente a cui aggrapparsi in un mondo sempre più alieno.
A questo spettatore turbato e inquieto, Simon offre un tipo di favola radicalmente nuovo, protagonista della quale non è più l’eccentrico in opposizione alla società costituita, ma l’integrato che questa società non sa più riconoscere e che l’autore offre all’identificazione del pubblico, con quel tanto di scarto che ogni personaggio comico per sua natura comporta.
Due scapoli e una bionda è la storia di due amici con personalità diametralmente opposte che, dopo anni di convivenza, riescono finalmente ad amalgamare i loro mondi così diversi. A sconvolgere la raggiunta sintonia è l'arrivo nel condominio di una giovane donna, tanto attraente quanto bislacca e strampalata.
Si tratta sicuramente dell'opera più fresca e leggera di Simon che fa della risata la sua arma principale. Attraverso un itinerario punteggiato di battute irresistibili e di episodi spassosi, dove si ride aggiornando vecchie ricette o cogliendo l’attualità in maniera spiritosamente deformante, si arriva a una lucida disamina delle nevrosi dell’uomo contemporaneo, della sua solitudine esistenziale, della fragilità di tutti i rapporti che si è tessuto intorno.
La bella regia di Alessandro Benvenuti procura toni diversi, surreali e insoliti e i dialoghi vivaci e effervescenti riescono a regalare agli spettatori due ore di puro, spassoso e ininterrotto divertimento.

Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere telefonicamente, fino al giorno precedente lo spettacolo, presso il Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria, tutti i giorni feriali, dal lunedì al sabato, dalle 16 alle 19, al n°075/57542222.

(05-01-2007)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 05-01-2007 alle :