inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

sport

Pallavolo Serie A1 Femminile, Despar superstar

La Despar Perugia batte 3-0 la Rebecchi Cariparma Piacenza in campo avversario. Grande attesa ora per la Supercoppa Italiana che si disputerà venerdì 22 e sabato 23 dicembre a Monterondo


Terzo turno di campionato e seconda gara esterna sabato 9 dicembre con fischio d’inizio alle ore 15 per la Despar Perugia che si reca al domicilio della matricola Rebecchi Cariparma Piacenza, una delle neopromosse che sino a questo momento ha destato buona impressione pur rimanendo a zero punti in classifica.
La Findomestic Volley Cup manda nuovamente le umbre in televisione, l’anticipo infatti sarà trasmesso con una breve sintesi differita nel corso del pomeriggio sportivo in onda su Rai3 intorno alle ore 17,40.
La tonificante vittoria dello scorso fine settimana ai danni del Chieri ha sbloccato le biancorosse del tecnico Massimo Barbolini che adesso deve dimostrare di aver imboccato la strada giusta ottenendo altre conferme.
Tra le ospiti è il crescente assemblaggio col martello bulgaro Antonina Zetova a rappresentare il punto su cui fare perno per trovare l’equilibrio più conveniente, sarà proprio lei a deliziare con il suo attacco i palati fini della disciplina.
È comunque un buon momento anche per la centrale Lucia Crisanti il cui rendimento è cresciuto notevolmente da quando è tornata ad allenarsi con il club, la sua dimestichezza a muro torna senza dubbio utile per superare i momenti difficili.

FOCUS AVVERSARIE
Le ospiti godono di buona reputazione, pur avendo rimediato due sconfitte, una matricola di lusso che ha allestito un collettivo di primo livello per essere già protagonista al suo primo anno nella massima divisione.
All’esordio le piacentine sono state superate dal Bergamo, mentre domenica scorsa hanno ceduto in tre set allo Jesi, tenendo però testa sia alle campionesse, sia alle vicecampionesse italiane in carica.
Non tradiscano dunque i risultati, il calendario tutto in salita che le ragazze allenate da Leonardo Barbieri hanno dovuto affrontare non si riflette nella classifica, le due partite di grande livello hanno contribuito a mantenere alta la tensione e lo spirito agonistico.
Molti gli interrogativi delle padrone di casa, il più grande riguarda il martello statunitense Ogonna Nneka Nnamani con cui dovrebbe essere stato risolto il contratto in questa settimana, anche se il club non si è pronunciato ufficialmente sul caso.
Tra le fila della matricola spicca la presenza della polacca Aleksandra Przybysz, schiacciatrice che da tre stagioni veste la maglia biancoblu e che ha guidato lo scorso anno alla promozione la compagine emiliana.
Il pericolo numero uno, tuttavia, resta l’opposta bulgara Elena Koleva, la migliore marcatrice della sua squadra sino a questo momento.
Nessun precedente nei confronti diretti tra le due contendenti che incrociano per la prima volta le loro armi nella massima categoria.

TRASFERTA SUPERCOPPA
La dirigenza perugina, intanto, rende noto che è prenotabile fino ad esaurimento posti la trasferta in autobus di Monterotondo, campo neutro dove si assegnerà il primo trofeo stagionale, la Supercoppa Italiana.
Le date in questione sono quelle di venerdì 22 e sabato 23 dicembre, in programma ci sono rispettivamente semifinali e finali della competizione di fine anno.
Il club biancorosso si è reso disponibile verso i propri tifosi attuando una serie di facilitazioni che consentiranno di partecipare alla spedizione al solo costo di 15 euro (trasporto + biglietto), un segnale di attenzione che ha già riscontrato il favore degli sportivi più incalliti.
Dato che l’impianto sportivo laziale non è molto capiente, saranno organizzati al massimo due autobus che saranno riservati alle prime cento prenotazioni pervenute alla sede societaria (telefono 075-5001533) oppure al responsabile logistico della trasferta (cellulare 347-7667113).

COSÌ IN CAMPO
Designati a dirigere l’incontro sarà la coppia lazio-campana composta da Roberto Mastrodonato di Roma e Massimo Pessolano di Monte Corvino Pugliano (SA).
Possibile sestetto Piacenza: Seguì in diagonale con Koleva, Korkmaz e Nicolini centrali, Przybysz e Ginanneschi attaccanti di banda, libero Tripiedi.
Probabile sestetto Perugia: Grbac in regia, Zetova opposta, Crisanti e Walewska al centro, Del Core e Francia schiacciatrici, Arcangeli libero.

REBECCHI CARIPARMA PIACENZA - DESPAR PERUGIA = 0-3
Parziali: 14-25, 18-25, 20-25.

• PIACENZA: Koleva 9, Ginanneschi 9, Korkmaz 7, Przybysz 5, Seguì 4, Nicolini, Tripiedi (L), Busso 5.
N.E. – Poggi, D’Agostino, Alletti.
Allenatori Leonardo Barbieri e Giuseppe Cremonesi.

• PERUGIA: Francia 15, Zetova 9, Del Core 9, Gioli 6, Crisanti 2, Fofão, Arcangeli (L), Decordi 8, Usic 1, Grbac 1, Sacco.
Allenatori Massimo Barbolini ed Emanuele Sbano.
NOTE – Spettatori 650.
Durata dei set: 16’, 20’, 24’.
Arbitri: Roberto Mastrodonato (RM) e Massimo Pessolano (SA).

REBECCHI (b.s. 10, v. 1, muri 6, errori 24).
DESPAR (b.s. 5, v. 1, muri 11, errori 13).

Ancora un successo, nella terza giornata della Findomestic Volley Cup, per la Despar.
Le biancorosse hanno affrontato per la prima volta una formazione neopromossa la Rebecchi Cariparma Piacenza.
Di fronte al pubblico ‘nemicò il sestetto perugino ha strappato un nuovo successo con risultato limpido.
Porta bene dunque la presenza in tv alle umbre che hanno bissato il successo della scorsa settimana con una nuova convincente prova.
Malgrado l’assenza di Walewska, rimasta a casa con la febbre, nonostante l’infortunio a Crisanti, uscita sull’8-3 del primo parziale, il sestetto perugino riesce a portare a termine il percorso netto, mettendo in cascina altri tre punti.
La coppia di centrali è dunque stata quella meno attesa, Gioli – Decordi però non hanno fatto rimpiangere le compagne.
Dopo il fischio d’inizio si fanno sentire i rumorosi supporters piacentini, la partenza però è tutta biancorossa con Crisanti regina della rete, tanto da costringere coach Barbieri a chiamare subito una sospensione (0-5), la Arcangeli difende ogni palla e la (8-0), la reazione è timida ma procura tre punti (8-3), poi, s’infortuna Crisanti che deve abbandonare il campo; si procede tra gli errori locali ed una Francia versione ‘Re Midà che trasforma in punti tutti i palloni che tocca (8-16), solo la Korkmaz è in grado di impensierire ma è troppo poco, nel finale c’è spazio per Grbac (14-24), la Zetova sancisce il primo vantaggio.
Al cambio di campo la Seguì insiste sui primi tempi e prova a dare brio alla manovra ospite (4-4), Del Core suona la carica (6-8), una serie di errori caratterizza la fase centrale del set rimettendo in carreggiata Piacenza (11-11), la Koleva riesce a far mettere il naso avanti alle sue (13-12), Barbieri inserisce la Busso, Barbolini risponde gettando in campo prima Usic per Zetova e poi Grbac per Fofão, ma è sempre Francia in attacco ed una Gioli determinatissima a muro a rompere l’equilibrio (16-19), Gioli trova il guizzo a muro per togliere il fiato dal collo (18-24), la Decordi rincara la dose.
Nella terza frazione Fofão smista con precisione (3-5), si accende la sfida tra opposte bulgare, una grintosa Koleva risponde una diligente Zetova (6-8), Ginanneschi trova continuità in banda ma Arcangeli si prodiga in recuperi di seconda linea (13-15), entra Sacco per dare stabilità alla seconda linea ma a rete si commettono errori (16-16), la efficientissima Del Core e ancora la ritrovata Zetova riportano avanti le ospiti (19-22), rientra Grbac che si fa vedere a muro, così anche la Busso (20-23), un regalo manda tutti negli spogliatoi.

(10-12-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 10-12-2006 alle :