inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

politica

Comuni, a capo chino sui Progetti integrati per Bruxelles

La Provincia Perugia era all'assemblea nazionale dell’Anci, con i massimi esponenti e uno stand espositivo di livello. Ora però le responsabilità per lo sviluppo economico, culturale e sociale devono tramutarsi, in due mesi, in progetti integrati


La Provincia di Perugia era presente alla XXIII Assemblea Annuale dell'Anci, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, svoltasi a Perugia e a Bastia Umbra negli ultimi giorni di ottobre. L’Ente c’era insieme ai suoi più alti esponenti e con uno stand espositivo che riassumeva quali sono le responsabilità attribuite alla Provincia nel campo dello sviluppo economico, culturale e sociale.
In proposito, in una nota, la Provincia di Perugia scriveva in quei giorni: “Un'opportunità per promuovere i servizi e per confermare il ruolo di soggetto coordinatore delle iniziative d'area vasta di valorizzazione del territorio, oltre che un'occasione di apertura e consolidamento di rapporti con altri soggetti del sistema istituzionale”.
L’Assemblea dell’Anci in effetti è l’appuntamento annuale più importante per le pubbliche amministrazioni e le autonomie locali che possono così incontrarsi e dibattere sull’attualità politico-amministrativa, come quest’anno accaduto in merito alla legge finanziaria 2007, al nuovo ruolo delle autonomie, alle responsabilità delle stesse, ma anche ai diritti della cittadinanza.

Ora la nostra Provincia sta lavorando perché ha sessanta giorni di tempo per presentare a Bruxelles il quadro strategico per i progetti integrati urbani.
In pratica entro due mesi, cioè alla fine del 2006, l'Unione europea dovrà ricevere dai i Paesi partner i Piani di programmazione per gli interventi di riqualificazione delle città e si tratta di una programmazione importantissima in quanto avrà validità dal 2007 al 2013 e andrà a sostituisce i Piani urbani che stanno “scadendo.
Proprio in occasione della XXIII assemblea annuale dell'Anci, Maria Baroni, direttore dell'Ufficio europeo dell'Anci, ha fatto il punto della situazione, mettendo in evidenza il fatto che "i piani urbani dal 2007 non ci saranno più e vengono sostituiti da una programmazione che può finanziare progetti integrati urbani attraverso una delega diretta da parte dello Stato e delle Regioni ai sindaci".
Sono proprio i sindaci infatti che così "possono inserire in questi progetti tutta una serie di politiche settoriali che vanno dall'urbanistica all'edilizia, dalla mobilità ai servizi sociali al fine di una azione di complessiva riqualificazione urbana".

(06-11-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 06-11-2006 alle :