inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

Ecco il "nuovo" Barbiere di Siviglia

Apre così la stagione del Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto, con la celebre opera di Rossini, per la regia di Pressburger. Giovedì 14 settembre alle ore 20.30 andrà in scena la prima al Teatro San Nicolò


Dopo la grande festa, il Sessantenario del Teatro Lirico Sperimentale viene onorato con una intensa e importante Stagione Lirica come da tradizione.
Giovedì 14 settembre alle ore 20.30 andrà in scena al Teatro San Nicolò una nuova e originalissima produzione - su un allestimento storico di Tito Varisco - de Il Barbiere di Siviglia, di Gioachino Rossini, melodramma buffo in due atti, libretto di Cesare Sterbini – per la regia di Giorgio Pressburger.

Grandi novità avrà la nuova lettura di Pressburger che pone enorme attenzione al testo di Beaumarchais cui il Barbiere è ispirato. Ci saranno inoltre, delle video-proiezioni che così uniranno la “tradizione” alla multimedialità.
“La trilogia di Beaumarchais, di cui Il Barbiere di Siviglia è la prima parte, - ci racconta il famoso regista - è una delle opere teatrali più famose di tutti i tempi, anche se oggi è un poco offuscata. Dopo il suo grande successo europeo, numerosi musicisti la hanno trasformata in opera comica, tra i maggiori possiamo nominare Mozart, Paisiello e naturalmente Rossini. Quindi, tutti questi pezzi fondamentali della storia del teatro musicale, come è accaduto prima e dopo, sono basati su testi letterari, per questo abbiamo deciso di presentare un brano della introduzione di Beaumarchais alla prima edizione della sua trilogia”.
“Tuttavia
– continua Pressburger, coadiuvato dall’aiuto regista Alessio Pizzech - lo spettacolo odierno segue con fedeltà il libretto di Cesare Sterbini, il quale a sua volta è abbastanza fedele al testo di Beaumarchais”.
“La rappresentazione tenta di abbinare i gesti reiterati alla musica di Rossini, la quale con la sua vitalità irresistibile e con i ritmi di una ripetitività quasi ossessiva, ha la forza di trascinare con sé gli spettatori di qualunque parte del mondo.
La visualizzazione di alcune espressioni linguistiche del libretto vuole invece valorizzare l’inesauribile inventiva del librettista e del grande compositore”
.

Lo spettacolo effettuerà una lunga tournée in Giappone nel 2007 e su richiesta del committente giapponese l’allestimento, come già annunciato si avvale di una scenografia “storica” ideata ed eseguita circa trent’anni fa, con le modalità e il gusto di quell’epoca.
“Il brio dei cantanti, la loro ordinata mobilità fanno invece leva sulle antiche e nello stesso tempo recenti tradizioni italiane dello spettacolo comico. Buon divertimento!” – augura Pressburger.

Il 14 (e la replica del 16 settembre) il Barbiere di Siviglia, diretto da Vito Clemente alla testa dell’OTLiS 2006 vedrà interpreti: Enrico Iviglia (Il Conte di Almaviva), Eugenio Leggiadri (Bartolo), Federica Carnevale (Rosina) Massimiliano Fichera (Figaro), Plamen Kumpikov (Basilio), Tiziano Castro (Fiorello e un ufficiale), Federica Giansanti (Berta), Ivano Granci
(Ambrogio), Massimo Tomassoni (Beaumarchais).
Invece nelle repliche del 15 e del 17 nel ruolo di Almaviva sarà impegnato Gianluca Bocchino, in quello di Rosina, Maria Agresta, in Figaro, Oliviero Giorgiutti, in Basilio, Calogero Andolina.

(12-09-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 12-09-2006 alle :