inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

politica

Tutto il mondo politico e istituzionale festeggia i sessant’anni del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto

Venerdì 8 settembre si aprono le celebrazioni del sessantenario del Teatro Lirico Sperimentale. Le più alte cariche hanno inviato lunghi e sentitissimi messaggi di adesione e auguri all’Istituzione Spoletina


È il caso della grande testimonianza di affetto contenuta nella dichiarazione dell’On. Francesco Rutelli. Mancano infatti solo due giorni ai grandi festeggiamenti per i Sessant’anni del Teatro Lirico Sperimentale e già tutto il mondo politico e istituzionale si è unito in un lungo applauso alla prestigiosa Istituzione spoletina.
Molte saranno le presenze illustri la sera dell’8 settembre, innumerevoli sono le attestazioni e le dichiarazioni di stima pervenute all’Ente, da parte delle più alte cariche istituzionali umbre e nazionali.
Grande adesione e affetto nella sua dichiarazione ha espresso l’ Onorevole Francesco Rutelli, che così testimonia la sua piena condivisione con il lavoro di grande spessore culturale e musicale svolto sino a ora dall’Istituzione Spoletina.
“Quando nel 1947 l’avvocato e musicologo Adriano Belli fondò il Teatro Lirico Sperimentale a Spoleto, sua intenzione era di dare all’Italia la possibilità di formare nuove generazioni d’artisti capaci di portare le espressioni musicali e i valori culturali italiani nel mondo” – afferma il Ministro. “Oggi l’attività del Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto compie 60 anni e continua a rappresentare nel panorama culturale e musicale italiano e internazionale un esempio di grande significato e di capacità di stare al passo con i mutamenti del tempo. Splendide carriere sono state generate dalla formula innovativa dei concorsi dello Sperimentale che ha compiuto un percorso intenso e significativo senza mai arrendersi” – continua Rutelli – ”senza mai arrendersi, volgendo sempre lo sguardo al futuro e forgiando artisti di rilievo”. “Come Ministro per i Beni e le Attività Culturali e a nome degli Italiani che hanno a cuore lo spettacolo dal vivo e ammirano la generosità di tutti quelli, in scena e fuori scena, che a esso si dedicano senza risparmio, rivolgo i miei più sinceri auguri al Teatro Lirico Sperimentale. Che continui a essere piattaforma di promozione di giovani talenti” – conclude Rutelli – “e continui ad avere fede nelle tre scelte che hanno caratterizzato i suoi 60 anni di attività: la qualità, l’innovazione e la sperimentazioni”.

Ma vi sono anche altre dichiarazioni di grande adesione e programmatiche pervenute dalle massime istituzioni politiche: il Presidente della Regione Umbria Maria Rita Lorenzetti, e l’Assessore alla Cultura della Provincia di Perugia Pier Luigi Neri. hanno espresso Parole di straordinaria stima e adesione all’attività dello Sperimentale. saranno “in prima fila” per celebrare i 60 Anni di attività del Teatro Lirico Sperimentale, ma anticipano la propria presenza con un messaggio.

La Signora Lorenzetti che riconosce il Teatro Lirico Sperimentale come una realtà affermata ed apprezzata in Italia e nel mondo afferma: “Di questo dobbiamo essere, e siamo tutti orgogliosi. L’Umbria e Spoleto, grazie alla decennale attività dello Sperimentale, hanno dato alla cultura e alla musica italiana, e alla lirica in particolare, un contributo importantissimo, e molti sono i nomi di artisti che proprio qui si sono formati.”
Il plauso ed il ringraziamento del Presidente Lorenzetti si rivolgono inoltre “a chi in passato, e ancora oggi, con entusiasmo e caparbietà, tra mille difficoltà, ha sempre creduto in questa istituzione al servizio della musica e soprattutto delle giovani generazioni. Possiamo dirlo senza alcuna retorica” – afferma con convinzione il Presidente regionale – “non avremmo avuto molti degli artisti che oggi calcano le scene di tanti teatri nel mondo se non vi fosse stato lo Sperimentale di Spoleto. In particolare il Presidente Lorenzetti apprezza l’impegno profuso da parte del Teatro Lirico nel portare i propri spettacoli e concerti all’estero, riscuotendo ovunque grande successo di pubblico e critica. Le grandi tournée giapponesi degli anni 2004 e 2005 che hanno portato nei principali teatri della Terra del Sol Levante le produzioni de “La Traviata” di Giuseppe Verdi e de “Le Nozze di Figaro” di Wolfgang Amadeus Mozart e del verdiano “Oberto, Conte di San Bonifacio” coinvolgendo centinaia di persone fra artisti, maestranze, personale tecnico e amministrativo e la preparazione del prossimo tour giapponese con “Il Barbiere di Siviglia” (spettacolo che debutterà il 14 settembre p.v. a Spoleto) “sono stati e sono per noi i migliori ambasciatori non solo dell’Umbria e di Spoleto, ma di tutta l’Italia” – conclude la Lorenzetti.
Incisivo e programmatico il messaggio di Pier Luigi Neri: “Sperimentale. Quante volte e per quanti tentativi mal riusciti si è usato e abusato di quell’aggettivo. Per fortuna ciò non ha riguardato Adriano Belli e il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. Sperimentare” – dice l’Assessore – “ovvero tentare di esplorare un terreno vergine, sconosciuto, irto di insidie e pericoli, preoccupati di agire con serietà e cautela per non disperdere, smarrire, sprecare talenti appena abbozzati, fragili eppure destinati a grandi successi”. “In sessanta anni” – continua il prof. Neri – “lo Sperimentale è diventato una certezza, il suo ruolo riconosciuto, la sua azione condivisa e sostenuta: troppi infatti i riscontri, i successi, perché almeno a parole, in tanti si proclamassero suoi entusiasti sostenitori. Tuttavia, affinché non si tratti solo di una celebrazione di un evento che fu, ma che si rinvigorisca con nuova linfa e ampie risorse quanto sin qui fatto, è giunto il tempo che il Lirico Sperimentale diventi ordinariamente, normalmente, elemento essenziale del sistema di alta formazione regionale e nazionale”. Bisogna uscire, in altri termini, dalla precarietà di risorse che attanaglia le indomite volontà operative dell’Ente. La Provincia” – conclude Neri – “ha confermato di crederci e di fare la sua parte. Spero che i compagni di viaggio saranno tanti di più”.

(06-09-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 06-09-2006 alle :