inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

Barbanera e i santi della Valnerina

Il 5 agosto presso il Museo della Chiesa di Sant’Antonio verrà presentata a Cascia una mostra dedicata alla figura del celebre frate, eroe della devozione popolare, curata dal professor Ivo Picchiarelli


Presso il Museo della Chiesa di Sant’Antonio di Cascia il 5 agosto alle ore 18:00 verrà inaugurata la mostra “Il Tempo e i Tempi Attraverso le Immagini del Barbanera di Foligno dal 1762 ad Oggi”, curata dal professor Ivo Picchiarelli.
L’itinerario proposto è volto a mettere in evidenza la stretta relazione tra le immagini del celebre almanacco e l’elaborazione collettiva dell’immaginario legato allo scorrere del tempo e al passare delle stagioni. Il calendario del frate Barbanera di Foligno, ha veicolato e diffuso immagini, detti e proverbi tratti dalla cultura contadina, dalla tradizione e dal folclore popolare. Il professor Ivo Picchiarelli, studioso ed esperto di Etnografia e di Storia delle Tradizioni Popolari, durante l’inaugurazione della mostra presenterà il materiale esposto, guidando il pubblico attraverso una lettura iconografica che consenta di cogliere nelle immagini quei segni e quei simboli grazie ai quali è possibile capire e conoscere il proprio territorio.
Il calendario non è considerato quindi come mero strumento per misurare il tempo, ma come vera e propria “misura dei tempi”, ovvero come strumento che rispecchia e ripete una cultura diffusa, espressione di un popolo e del territorio in cui vive. La mostra, che fa ricorso al materiale documentario dell’Archivio Storico dell’Editoriale Campi e alla storia del celebre lunario e almanacco Barbanera di Foligno, intende fornire spunti di riflessione sull’evoluzione del gusto e della percezione del tempo attraverso l’evoluzione dell’immaginario dei mesi e dei facitori di lunari della tradizione calendariale italiana. La Mostra sarà aperta al pubblico fino al 17 settembre 2006.
L’allestimento è promosso e realizzato dall’Editoriale Campi, dal Sistema Museo, dall’associazione “Io Nino”, dal Comune di Cascia e dall’Associazione dei Comuni della Valnerina.
Durante l’inaugurazione verranno inoltre presentati i nuovi poster realizzati a cura dell’Associazione dei Comuni della Valnerina che andranno ad integrare gli oltre 180 pannelli di cui è composta la mostra iconografica “L’Acqua, la Terra e la Pietra – Il Paesaggio della Valnerina tra Persistenza e Trasformazione”. Si tratta di cinque immagini raffiguranti soggetti religiosi la cui devozione è molto sentita, ricavate dal vasto patrimonio pittorico e artistico presente in Valnerina. I santi rappresentati nei poster sono Santa Rita, San Benedetto, San Sebastiano e San Rocco, la Madonna con Bambino e Sant’Antonio, ognuno dei quali, sia nell’immaginario, sia concretamente, rappresentano iconograficamente il territorio e la cultura popolare di cui sono viva espressione. I poster con l’immagine della Madonna e quelle di cinque santi rappresentano ciò che le ricerche in corso testimoniano, ovvero che le colture e la cultura diffuse in Valnerina hanno nel culto e nelle sue testimonianze il loro fondamento, come dimostra il fatto che la Sabina, la terra dei “pii”, ha dato i natali a Santi tra i più importanti della Cristianità.
I poster di nuova fattura andranno ad integrare quelli già esistenti ed esposti nella mostra itinerante “L’Acqua, la Terra e la Pietra”, ospitata nel periodo che va dal 28 luglio al 6 agosto a S. Anatolia di Narco nei locali dell’ex Convento di Santa Croce.

(04-08-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 04-08-2006 alle :