inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

“L’italiano nella globalizzazione: prospettive, progetti, risorse”

S’intitola così la conferenza per i Direttori degli Istituti Italiani di Cultura che avrà luogo a Perugia, a Palazzo Gallenga, sede dell’Università per Stranieri di Perugia, dal 29 giugno al 2 luglio 2006


Dal 29 Giugno al 2 luglio prossimi l’Università per Stranieri di Perugia organizza una Conferenza per i Direttori degli Istituti Italiani di Cultura sul tema: “L’italiano nella globalizzazione: prospettive, progetti, risorse”.
L’iniziativa, che vede la stretta collaborazione della Direzione Generale per la Promozione e Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari Esteri, si iscrive nell’ambito del programma celebrativo degli ottant’anni di vita istituzionale dell’Ateneo perugino.
L’evento si svilupperà come momento di riflessione teorica e di progettazione concreta di specifiche iniziative volte al potenziamento del ruolo della lingua e della cultura italiana quali strumenti di promozione dell’identità nazionale, al cui riguardo cruciali appaiono compiti e funzioni degli Istituti Italiani di Cultura.
La giornata del 29 giugno sarà dedicata agli incontri di benvenuto. Nelle mattinate del 30 giugno e del 1° luglio si svolgeranno le due Sessioni generali della Conferenza, dedicate rispettivamente ai progetti (“Globalizzazione e insegnamento della lingua italiana: sfide e opportunità”) e alle risorse (“Imprese e Istituti Italiani di Cultura: azioni congiunte per la promozione del Sistema Italia”).
Vi prenderanno parte in qualità di relatori alcuni primari protagonisti del mondo culturale, economico e produttivo del Sistema Italia.
I pomeriggi delle stesse giornate saranno dedicati ad approfondimenti per gruppi di lavoro focalizzati su particolari aree geografiche (Asia orientale, Mediterraneo e Medio Oriente, America latina, Europa Orientale).
La mattinata del 2 luglio sarà dedicata alle prospettive di lavoro poste a confronto nei due giorni precedenti, nell’ambito di una Tavola Rotonda dal titolo: “La ricerca di sinergie per un nuovo ruolo della lingua italiana nel mondo globalizzato: attori a confronto”.
Con questa Conferenza per i Direttori degli Istituti Italiani di Cultura, l’Università per Stranieri di Perugia riprende, dopo circa un decennio, una lunga tradizione di ospitalità dell’annuale momento di incontro e confronto dei responsabili della politica culturale italiana all’estero.
D’intesa con la Direzione Generale per la Promozione e Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari Esteri, quest’anno sono stati invitati dall’Ateneo i direttori di alcune aree geografiche ritenute prioritarie nell’attuale strategia nazionale di promozione linguistica estera.
L’iniziativa è comunque aperta a tutti gli operatori del network degli Istituti.
Ulteriori informazioni sul programma possono essere acquisite presso l’Ufficio Relazioni Internazionali (interel@unistrapg.it) dell’Università per Stranieri di Perugia (www.unistrapg.it).

Tra i temi previsti nell’arco dei tre giorni di confronto:
Conferenza per i Direttori degli Istituti:
Cultura e Impresa per la promozione del Sistema Paese
Nella scelta delle tematiche entro cui articolare i momenti di dibattito e approfondimento della Conferenza si è inteso dedicare attenzione al ruolo che imprese ed istituzioni culturali sono oggi nella possibilità di svolgere per la promozione del Sistema Paese.
Ciò, in ragione della consapevolezza che l’alleanza tra mondo produttivo ed enti culturali sia sempre più necessaria in un contesto in cui lo sviluppo aziendale è determinato in massima parte dalla capacità di acquisire sul mercato una posizione distintiva e di conquistare l’apprezzamento dei consumatori.

La rete degli Istituti Italiani di Cultura, così come le Università per Stranieri presenti sul territorio nazionale, rappresentano dunque un’opportunità di sostegno alla promozione del nostro sistema industriale, in quanto ambiti di diffusione dell’identità italiana. Il made in Italy infatti fonda molto del suo esito sulla capacità di veicolare contenuti culturali oltre che di immagine. Quel particolare gusto del vivere che l’Italia incarna è, in altre parole, ciò che i prodotti italiani rappresentano per i loro compratori.
Inoltre la promozione della lingua e della cultura italiana, nel rafforzare la percezione dell’identità nazionale all’estero, ne amplifica il richiamo anche in qualità di domanda turistica e di fruizione di prodotti tipici del territorio.

Dunque progetti di promozione culturale congiunta tra mondo produttivo italiano e rete degli IIC, con il supporto delle Università per Stranieri nel loro ruolo di ambasciatrici dell’identità italiana ‘sul territorio’, possono dunque rappresentare un’opportunità importante per il Sistema Paese.
Di questi progetti e delle sfide di cui lo scenario tracciato è veicolo si discuterà nella seconda giornata della Conferenza per i Direttori degli IIC, nel corso della quale sono previsti gli interventi di Maurizio Beretta, Direttore Generale di Confindustria, di Massimo D’Aiuto, Direttore Generale di SIMEST Italia, di Silvia Giuffrida, Responsabile Formazione ICE e di Rosa Errico, per la casa editrice Guerra Rux.
A Giorgio Zanchini, giornalista del GR1 RAI, sarà affidata la relazione introduttiva, mentre il coordinamento dei lavori verrà curato da Maria Romana Destro Bisiol, Capo Ufficio I DGPCC - M.A.E,. e a Massimo Vedovelli, Rettore dell’Università per Stranieri di Siena.

(27-06-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 27-06-2006 alle :