inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ambiente

Tutto pronto per la Mangiabevilonga Valnestore

La organizza il Comune di Piegaro per il 27 maggio, ma occorre prenotarsi entro venerdì 19. Si tratta di un percorso enogastronomico in piena regola, fra bellezze del territorio e sapori di produzione locale


Sabato 27 maggio dalle ore 11.00 alle 17.00 circa il comune di Piegaro ha organizzato Mangiabevilonga Valnestore, un vero e proprio percorso eno-gastronomico tra i borghi i vicoli e le piazze dei nostri castelli che quest’anno si concluderà nel parco naturalistico di Montarale. Un’occasione per riscoprire ed apprezzare questi luoghi contenitori preziosi di arte, natura, tradizioni ed ospitalità. E poi… un menù elaborato preparato dalla gente del posto capace di unire sapientemente i piatti tipici ed i sapori della nostra più genuina tradizione culinaria. Tutti i piatti verranno accompagnati da vini ed olio fornito dai produttori locali.
Vediamo quale sarà l’itinerario: Piegaro, Badia dei Sette Frati, Castello di Cibottola, Castello di Greppolischieto, Parco di Montarale.
Gli spostamenti verranno garantiti da un servizio bus navetta gratuito.
Costi di adesione:10 euro per gli adulti, i bambini sotto i 6 anni non pagano. Prenotazione obbligatoria entro venerdì 19 maggio 2006.

Programma di sabato 27 maggio 2006
• Iscrizione partecipanti ore 11.00 a Piegaro - Piazza Matteotti, 7 – Palazzo Comunale (piano terra)
1. I Tappa BADIA SETTEFRATI - Pietrafitta
La costruzione risalente all'XI secolo e sorta in memoria di sette giovani, figli di S. Felicita, martirizzati a Roma, sotto l'imperatore Antonino, nel 164 d.C. Il complesso abbaziale, costituito dalla chiesa in stile romanico, con cripta parzialmente interrata, dall'adiacente monastero e da un cortile antistante cui si accede attraverso un arco, occupa un'area di circa 2000 metri quadrati e, nonostante le non poche e indelebili tracce lasciate dal tempo e dagli eventi, conserva ancora oggi tutto il fascino della sua antica grandezza.
Visita dell’intero complesso: Cortile, Abbazia, Chiesa e cripta.
DEGUSTAZIONE ANTIPASTI nel chiostro dell’abbazia.

2. II Tappa CASTELLO DI CIBOTTOLA
Piccolo castello a 471 metri s.l.m., posto sulla cima di uno dei rilievi che delimitano ad est la valle del Nestore, a breve distanza da Pietrafitta. Sconosciuta la sua origine anche se una leggenda, riportata da vari storici locali, tra cui il Mariotti, riferisce che sia stato fondato "nel 1330 del mondo". Più probabile invece un'altra ipotesi, che ne fa risalire l'origine alla prima metà del secolo IX.
Dell'antico insediamento rimane gran parte della cerchia muraria, la porta d'ingresso pressochè intatta e con l'intero battente del ponte levatoio, una torre eptagonale, alta circa 20 metri, recentemente è adibita a torre civica, con una bella campana di cinque quintali donata nel 1850 da Pietro Tocchi, rettore dell'università di Perugia, e infine un cunicolo sotterraneo che, partendo dall'abitazione del castellano, al centro dell'area protetta, si allontana per circa 500 metri lungo il pendio del colle. Della suddetta abitazione rimangono soltanto poche tracce incorporate nel settecentesco palazzo sorto sulle sue rovine.
Visita del castello
DEGUSTAZIONE PRIMI PIATTI

3. III Tappa CASTELLO DI GREPPOLISCHIETO
Piccolo castello che si erge agli estremi confini meridionali del territorio piegarese, a 657 metri di altezza, fra boschi di querce, elci e castagni, in eterno colloquio col tempo. Ristrutturato alla fine degli anni '80 da Anna Fendi, nota stilista romana, è attualmente adibito a residenza privata .L'impressione, pertanto, di irrealtà, di un mondo a sè, quasi fuori dal tempo, che si riceve osservandolo da una certa distanza, si ingigantisce allorché ci si addentra fra le mura, le brevi vie, la minuscola piazza con l'antico pozzo, dove il silenzio è padrone. Sconosciuta è la sua origine, ma il primo insediamento si potrebbe addirittura far risalire agli scampati alla distruzione della vicina Città di Fallerà, antichissimo tipo di costruzione collettiva, sulla cima di un'altura, di epoca quasi sicuramente preistorica o protostorica, circondata da una possente cerchia di mura, di cui restano soltanto ammassi di pietre.
Visita del castello
DEGUSTAZIONE VINI LOCALI

4. IV Tappa PARCO MONTARALE
Lo splendido parco naturalistico di Montarale (853 metri s.l.m.), da cui si gode di una straordinaria vista panoramica, segnerà la tappa conclusiva di questo itinerario con la
DEGUSTAZIONE DI SECONDI PIATTI, TORTE AL TESTO, CONTORNI E DOLCI

5.Ore 17,00 circa ritorno a Piegaro.

(17-05-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 17-05-2006 alle :