inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

A scuola di lirica

È Raina Kabaivanska, il celebre soprano, regina dell'opera a Spoleto, che a Villa Redenta tiene un corso di perfezionamento e interpretazione ad allievi italiani, ad una giapponese e ad un bulgaro


Nell'ambito del Corso di Avviamento al Debutto per i cantanti vincitori del 60° Concorso della Comunità Europea svoltosi dal 1 al 5 marzo a Spoleto, dal 21 aprile la signora Raina Kabaivanska, che ha presieduto la giuria del Concorso, tiene un corso di perfezionamento e interpretazione.
Il celebre soprano, nata in Bulgaria, ma italiana di adozione, grande interprete dei ruoli di Adriana Lecouvreur e Tosca, si è esibita in tutti i maggiori palcoscenici mondiali, dalla Scala di Milano al Metropolitan di New York, dal Covent Garden di Londra al Teatro Colon di Buenos Aires ed ha vinto numerosi premi operistici internazionali.

I giovani allievi sono Maria Agresta, Federica Carnevale, Federica Giansanti, Enrico Iviglia, Andrea Carè, Costantino Finucci, Omar Montanari, Veronica Simeoni, Francesca Sassu.
Il corso è coadiuvato da Andrea Certa e Andrea Amarante in qualità di Maestri Collaboratori.

Grazie all'esperienza della Kabaivanska, sotto la cui guida ha preso l'avvio il Corso, i giovani cantanti potranno affinare le proprie qualità interpretative tramite un lavoro intensivo (una vera e propria full immersion, sei ore giornaliere di lezione per una settimana) che mira a cesellare nei minimi dettagli la vocalità dei protagonisti della stagione lirica ventura che si aprirà il 12 agosto con La Dirindina va a Teatro, intermezzo di Domenico Scarlatti con intermezzi dal Teatro alla Moda di Marcello, per poi proseguire, dopo un susseguirsi di eventi, con le recite de Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, Didone Abbandonata di Baldassarre Galuppi e Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, che verrà anche eseguita nei teatri di tutta l'Umbria per la Stagione Regionale del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Ma non solo dell'aspetto tecnico si occupa la docente bulgara: particolare attenzione viene rivolta alla postura dei cantanti e, fondamentale per una significativa resa drammaturgica, alla presenza scenica.

Con il corso della Signora Kabaivanska si inaugura la collaborazione con l'Università di Tokyo. Infatti è stata invitata a seguire le lezioni la giovane soprano Yasuko Sato che in base all'accordo sarà presso il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto per un anno di perfezionamento.
Presente anche il basso bulgaro Plamen Kumpikov in base all'accordo con la libera Università di Sofia e già destinatario di borse di studio della "Fondazione Raina Kabaivanska".

(27-04-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 27-04-2006 alle :