inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

economia

È nato il Comitato Promotore della Borsa dei Brevetti e dell'Innovazione

È il frutto di un accordo tra la TERNI Research, una public company finalizzata ai rapporti con i mercati e la Rete Ventures società per il trasferimento tecnologico costituita dal CNR e da altri organismi. Sede: la Rocca di Narni


Con un’intesa siglata il 5 aprile a Roma tra TERNI Research Patents SpA e Rete Ventures, si è costituito il Comitato Promotore della Borsa dei Brevetti e dell’Innovazione (BBI) che si dovrà localizzare nella Rocca Albornoz di Narni.
A firmare l’accordo sono stati il professor Ignazio Fragalà, presidente della società pubblica per il trasferimento tecnologico e lo sviluppo industriale, che opera nel campo dei materiali innovativi e delle tecnologie avanzate e l’amministratore delegato della TERNI Ricerca e Industrie Spa (holding industriale del Gruppo TERNI Research), avvocato Stefano Neri.

Finalità dell’organismo sarà quello di attivare la fase operativa della BBI: nella prima fase come luogo di incontro e convergenza della ricerca, dell’industria e della finanza e, successivamente, con l’obiettivo di ottenere dalla Banca d’Italia e dalla Consob le autorizzazioni necessarie alla creazione di un mercato regolamentato della ricerca applicata e dei brevetti.

A presiedere il Comitato Promotore della BBI sarà Paul Muller, attuale direttore generale di Rete Ventures e tra i maggiori esperti europei nel campo del trasferimento tecnologico. A completare l’organismo saranno l’amministratore delegato di TERNI Ricerca e Industrie Stefano Neri e il tesoriere Spartaco Franconi.
Il Comitato avrà due sedi: quella principale sarà collocata nei prestigiosi locali della Rocca Albornoz di Narni, mentre un ufficio operativo verrà attivato in piazza Statuto a Torino.

La firma dell’atto costitutivo del Comitato Promotore della BBI fa seguito a una serie di attività propedeutiche alla realizzazione dell’iniziativa, dalla registrazione formale del marchio alla registrazione del dominio europeo per il sito internet della Borsa telematica, che dovrà rappresentare l’interfaccia virtuale per l’incontro tra domanda e offerta di brevetti e prodotti della ricerca. Il Comitato conta di raccogliere entro un mese le adesioni dei primi “soci sostenitori” che vanno da soggetti istituzionali (Provincia di Terni,
Comuni di Terni e Narni) a istituti finanziari e creditizi, fino ad Università e centri di ricerca: otre all’Università di Perugia hanno già manifestato interesse altri cinque atenei italiani.

Le aziende coinvolte
TERNI Ricerca e Industrie SpA (TRI) è la holding industriale del Gruppo TERNI Research e svolge attività di società controllante che impartisce le direttive relative alle politiche tecnico-aziendali alle cinque società operative del network. Partecipata da ventisette soci, TRI è una public company finalizzata ai rapporti con i mercati.
Rete Ventures è la società per il trasferimento tecnologico costituita dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dall’Istituto Nazionale per la Fisica della Materia (INFM) e dai consorzi interuniversitari INSTM (Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali) e CSGI (Consorzio Interuniversitario per lo Sviluppo dei Sistemi a Grande Interfase). Si tratta di istituzioni che producono ricerca con le reti delle università italiane, del CNR e in laboratori internazionali e che operano con uno staff di 10.000 ricercatori e tecnici.

(20-04-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 20-04-2006 alle :