inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

spettacolo

“Open Space”, danzando tra le stelle

A Terni e Passaggio di Bettona debutta la “danza celeste” di Cristiano Fagioli che propone un viaggio alla scoperta delle meraviglie del cielo con la RBR Dance Company: athletic dance per un pubblico di tutte le età


Questa sera al Teatro Verdi di Terni e venerdì 3 al Teatro Excelsior di Passaggio di Bettona, sempre alle ore 21, per la stagione 2006 di Ballet, organizzato dalla Fondazione Umbria Spettacolo, è di scena “Open space”, spettacolo allestito dalla RBR Dance Company, compagnia italiana di athletic dance.
La guida l’estro coreografico di Cristiano Fagioli, che confeziona qui una nuova opera visionaria, un viaggio alla scoperta delle meraviglie del cielo, dove fantasia e sorpresa creano la danza.

Si tratta di una “danza celeste” tra cielo e terra, ballata a suon di esplosioni dai corpi che popolano il cosmo, dagli atomi e dalle particelle che riempiono il vuoto e costruiscono un percorso infinito: è un punto di partenza per nuove rivelazioni, nuovi incontri di astri nascenti che ruotano uno intorno all’altro in una danza celeste fino a spegnersi e morire, fra raffinati effetti di luce e colore di stupefacente potere evocativo.

I sette danzatori della RBR Dance Company ogni volta sanno regalare al pubblico performances cariche di energia e di forti emozioni. In questo spettacolo i corpi dei danzatori diventano pianeti, comete, galassie lontane, nel buio più profondo dello spazio.
Quella costruita dal coreografo Cristiano Fagioli è dunque una “danza celeste”, le sonorità sono accattivanti e accompagnano gli interpreti in una danza aerea, in cui il volo immaginario dei protagonisti diviene rincorrersi frenetico e armonico, dove la modernità del ritmo si sposa con l’eleganza classica dei gesti e la carica espressiva degli interpreti.

E’ questa un’arte insolita nel panorama italiano perché direttamente ispirata alla speciale tecnica, allo spirito e alle forme elaborate da Moses Pendleton, creatore dei Momix e altri gruppi di danza moderna.
Allievi di tanto maestro, il giovane coreografo della compagnia, Cristiano Fagioli, assistito da Cristina Ledri, ha conservato il cuore e diversi elementi di quella lezione nel costruire il proprio universo coreografico.
Dunque la fluidità della danza di Fagioli si colora e si congiunge, in tutte le sue declinazioni, con l’atletismo e la ginnastica unite da figure di danzatori-acrobati, morbidi come la plastilina nei corpi plastici e levigati: i danzatori della RBR sperimentano incastri di arti e combinazioni di geometrie strane e fantastiche che, unite al fascino delle musiche, immergono il pubblico in un'atmosfera incantevole, suggestiva e misteriosa.
È un gioco, quello rappresentato da RBR, che è insieme allegramente infantile e colto, e che soddisfa pienamente il pubblico di ogni età.

Il lavoro di Cristiano Fagioli è caratterizzato dalla purezza, dalla linearità dei movimenti, dalla continua ricerca di un'estetica affascinante. Fagioli persegue anche il preziosismo di un dettaglio, la linearità e la plasticità delle figure, associate ad una forte carica espressiva.
Il tutto gli deriva dallo studio accurato di un brano musicale, fino alla totale memorizzazione di questo, che viene suddiviso in varie parti, creando così nella mente degli interpreti l’incastro dei vari giochi coreografici.
Successivamente si passa al gioco dell'improvvisazione, tecnica che viene elaborata, sviluppata e raffinata scegliendo infine la soluzione più adatta, pur mantenendo l'idea del gioco e della spontaneità.
Quello che il coreografo vuole trasmettere al pubblico attraverso il lavoro con la RBR DANCE COMPANY, è un'intensa carica di energia positiva, che i danzatori ricavano muovendosi e guardandosi tra loro, combinando il gioco con una non comune carica di energia, l’espressività e la linearità della propria ricerca. Il risultato è un vortice di vitalità nel quale il pubblico si trova sempre piacevolmente coinvolto.

Il coreografo Cristiano Fagioli
Elabora la propria formazione dall'89 al '96, seguendo lezioni di jazz, danza contemporanea e classica tra Verona e Milano.
Il 1997 è l'anno in cui decide di perfezionare i propri strumenti espressivi partendo prima per gli Stati Uniti nella Broadway Dance Center, poi nel 1998 a Parigi, a La Cigale Harmonic, Citè de Veron. Varie sono le esperienze professionali sia televisive che teatrali.
Una importante collaborazione tra il 1996 e il '97 nasce dall'invito del coreografo dei Momix, Moses Pendleton.
Nel '97 viene invitato da David Parson per il Festival New Arts in Florida. Il suo impegno si esprime anche nell'insegnamento in stages di moderno e jazz al Paris Centres Danse, all'Academie des Arts Chorégraphiques e allo Studio Harmonik, sempre a Parigi. Nel 1998 crea finalmente la sua Compagnia, la RBR DANCE COMPANY. Importante contributo alla Compagnia è dato dalla figura di assistente coreografa e danzatrice di Cristina Ledri.

Per informazioni:
Fondazione Umbria Spettacolo
tel. 075.5726764
e-mail : info@umbriaspettacolo.it

(02-03-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 02-03-2006 alle :