inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ricostruzione

Quasi operativo l’ospedale di Foligno

E’ stato inaugurato un mese fa. Costruito in tempi record, neanche dieci anni, è un traguardo davvero importante per la città di Foligno e per tutta l’Umbria


Il nuovo ospedale di Foligno è stato inaugurato esattamente un mese fa, ma il trasferimento dei reparti si sta concludendo e entro marzo la struttura sarà operativa.
In occasione dell’inaugurazione erano presenti tutte le massime autorità: il presidente della regione umbra Maria Rita Lorenzetti, quello del consiglio Mauro Tippolotti, l'assessore alla sanità Umbra Maurizio Rosi, il rettore dell'ateneo perugino Francesco Bistoni, i parlamentari onorevoli Marina Sereni, Domenico Benedetti Valentini, i senatori Pierluigi Castellani e Maurizio Ronconi, i vescovi di Foligno e Spoleto, i sindaci di Foligno Marini, di Spoleto Brunini di Perugia Locchi.
Il direttore generale della ASL 3, Walter Orlandi, ha spiegato con orgoglio che "l'ospedale è interamente cablato, ha le più avanzate apparecchiature diagnostiche e medicali esistenti, sia nel versante per le immagini e di robotica di laboratorio".
In tutto l’ospedale conta centocinquantotto metri quadrati: 53.000 di superficie ospedaliera, 240 sono i posti letto, di cui 45 in day hospital, dieci sono le sale operatorie e quattro le sale parto e travaglio, la struttura è poi dotata di una Pet-Tac d'avanguardia e di sistemi di cablaggio per immagini.

Manlio Marini, il sindaco di Foligno, ha ringraziato il direttore generale della ASL 3, Orlandi, “per aver seguito e gestito professionalmente con i suoi collaboratori, il complesso percorso che ha portato alla giornata inaugurale”, stesso ringraziamento lo ha rivolto a quanti hanno lavorato alla costruzione di questa opera pubblica.
Il sindaco ha ricordato che la sanità folignate è attualmente "elemento d'eccellenza" che la integra in quella regionale: "È stato così per l'Ospedale Vecchio S. Giovanni degli Infermi sito nel Palazzo delle Logge, che ha funzionato dagli inizi del 1500 fino al 1860 e dopo l'Unità d'Italia, è stato così anche per il convento di S. Giovanni Battista, riconvertito nell'Ospedale civile che ci stiamo lasciando alle spalle".

Effettivamente questo moderno ospedale Foligno è stato costruito in tempi record, confrontandoli con quelli medi nazionali, cioè in circa dieci anni.
Marini spiega che questo è stato possibile soprattutto per “la sensibilità dell'allora ministro della Sanità Rosy Bindi, la quale, dopo aver visitato la vecchia struttura, danneggiata dal sisma del 26 settembre 1997 e celermente evacuata nel cuore della notte di alcuni reparti, su richiesta del Sindaco Maurizio Salari e della sua Giunta, trovò le risorse economiche necessarie”.
Poi, come ha spiegato il sindaco, “nella primavera del 1998, a pochi mesi dal sisma l'on. Bindi finanziò in un'unica soluzione 96 miliardi di lire per la costruzione di questo ospedale. Senza quell'intervento, non saremmo qui".

A marzo sarà finalmente operativo questo ospedale, fiore all’occhiello della sanità umbra, soprattutto per la tecnologia: per questo Marini ha ringraziato anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno e il suo Presidente, Alberto Cianetti, per aver offerto alla collettività una PET - TAC, (costato circa cinque miliardi di lire), uno strumento per la diagnosi precoce dei tumori.

(28-02-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 28-02-2006 alle :