inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ambiente

Il lago Trasimeno sta tornando in forma

Finalmente sono spuntate le piante idrofite che si pensava fossero in forte declino o addirittura estinte da alcuni anni. Questo attesta lo stato di buona salute del lago


Nel lago Trasimeno ultimamente, grazie anche alle copiose piogge di quest’inverno, è salito il livello dell'acqua.
I tecnici della Provincia di Perugia hanno individuato nella zona della darsena di San Feliciano delle elofite ripariali piuttosto rare. Si tratta di piante di forte interesse naturalistico, in quanto gli esperti ritenevano che fossero ormai estinte da tempo.
Così gli esemplari trovati, numerosi per altro, sono stati presi e tenuti: poi saranno reimpiantati.
Ma vediamo in buona sostanza quale valore può avere il rinvenimento di queste piante: ebbene innanzitutto è segno tangibile del buono stato di salute dell'ecosistema lacustre.
Le alofite riparali sono delle idrofite, piante cioè che hanno uno specifico ruolo ecologico, quello di fitodepurare le acque e quindi eliminare le sostanze tossiche. In più, qualora occorra, sono anche una riserva di cibo per diverse specie di uccelli, soprattutto nel periodo autunnale. Soddisfatti i tecnici e i vertici della provincia per l'impegno profuso nella salvaguardia dell'ambiente, ma se questo ha dato risultati concreti è grazie anche alle condizioni meteorologiche .

Comunque la Provincia continua a procedere secondo il trend iniziato: i lavori di realizzazione della nuova darsena del Porto di San Feliciano, scrivono in una nota, stanno proseguendo all'insegna del massimo rispetto per l'ambiente in accordo ai principi della conservazione naturalistica e della eco-compatibilità delle attività antropiche.
Proprio durante le operazioni di monitoraggio degli impatti ambientali, correlate all'attività di cantiere suddetta, i tecnici e i professionisti della Provincia hanno rinvenuto gli esemplari di elofite ripariali di cui abbiamo sopra parlato.
In dettaglio le specie individuate sono: l'Iris acquatico (Iris pseudacorus L.), il Coltellaccio maggiore (Sparganium erectum L.),la Lisca maggiore (Typha latifolia L.) e la Lisca minore (Typha angustifolia), Scutellaria palustre e Potamogeton natans.
Finalmente dunque, dopo la siccità, queste piante rinate potranno sequestrare i composti tossici, nella fattispecie i metalli pesanti e di fitodepurare le acque.

(27-02-2006)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 27-02-2006 alle :