inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

salute

Il “mal d’ossi” in Umbria

La nostra regione ha un doloroso primato: è la quinta in Italia in fatto di ricoveri per reumatismi. La patologia più diffusa è l’artrite, legata all’avanzamento dell’età, la più invalidante è l’artrite reumatoide


In tutta Italia si chiamano “acciacchi” e sono tutti quei piccoli malesseri, perlopiù legati all’età o ai piccoli accidenti della vita quotidiana, agli eccessi ed agli stravizi che si sommano negli anni: ebbene ad un certo punto “si fanno sentire” e ciò accade quando appunto la vita ci presenta il conto delle primavere trascorse.
L’acciacco degli acciacchi, la magagna per antonomasia dalle nostre parti si chiama “mal d’ossi”: alzi la mano chi fuori si chiama, temo davvero pochi, tanto più oggi che la vita media si è così allungata.

M qui la faccenda è seria e c’è poco da scherzare, l’Umbria infatti è davvero malata di reumatismi.
Stando i dati del Ministero della Salute relativi all’anno 2003, in Umbria il 6,9% dei ricoveri ordinari per acuti ha riguardato le malattie del sistema osteomuscolare e del tessuto connettivo: si sta parlando di 8.354 ricoveri con una degenza media di sei giorni.
Emerge dunque che questa patologia pone la nostra regione, per l’incidenza dei ricoveri, al quinto posto in Italia, un primato non di certo auspicabile.
Andando poi a vedere meglio tra quelle che sono le malattie del sistema osteomuscolare, ce n’è una di gran lunga peggiore (come dire: c’è mal d’ossi e mal d’ossi!): è l’artrite reumatoide, decisamente la patologia più invalidante, anche se in questo caso non si può parlare purtroppo di un acciacco legato all’età.

Che cos’è l'artrite reumatoide
Si tratta di una delle malattie autoimmuni più diffuse, quanto meno la più diffusa tra quelle che coinvolgono le articolazioni.
Detto in parole povere, in questa patologia il sistema immunitario va in tilt e on riconosce che i tessuti articolari, a cominciare dalla membrana sinoviale, fino all'osso, non sono dei bersagli da colpire. La conseguenza è che invece appunto, questi vengono poco a poco erosi, più o meno rapidamente a seconda dell'andamento della malattia.
Nell'arco dei primi tre anni di malattia il 70% dei pazienti presenta lesioni delle articolazioni evidenti anche alla radiografia e la metà di questi già nel primo anno presenta erosioni e riduzione dello spazio all'interno dell'articolazione. In genere dopo il sesto anno le lesioni progrediscono molto più lentamente. (Per saperne di più linkare infondo alla pagina).

Tornando alla nostra regione, i dati ministeriali parlano di quarantasette ricoveri per acuti per artrite reumatoide in regime ordinario nel 2003 si sono avuti, quando in Italia sono stati 8.234 e sessantasette in day hospital, contro i 7.920 dell’Italia tutta.
Va inoltre sottolineato che il numero più elevato di ricoveri per questa malattia in Umbria ha riguardato le donne: trentotto in regime ordinario e cinquanta in day hospital.

Invece fra le malattie reumatiche, quella di più frequente ricorso è l’artrosi.

Che cos’è l'artrosi
Partiamo dalle nostre articolazioni, perché sono la zona interessata da questo problema. Sono il punto che consente il movimento tra diverse ossa, un ammortizzatore che permette un basso attrito, anche sotto carico elevato, questo grazie all’assorbimento elastico delle strutture che la compongono.
L'artrosi è il processo degenerativo non infiammatorio a carico delle articolazioni, è progressivo e provoca alterazioni della cartilagine, nonché la formazione di tessuto osseo ai margini articolari. Ogni articolazione può essere interessata da artrosi. (Per saperne di più linkare infondo alla pagina).

In Umbria nel 2003, 1.961 ricoveri in regime ordinario hanno avuto luogo per artrosi, contro i 114.411 in Italia e centoquarantadue in day hospital, nel Paese 9.417.
Anche per questa patologia, sono state le donne ad aver subito il numero più elevato di ricoveri: .321 in regime ordinario e novantadue in day hospital. Nel caso dell’artrosi, una malattia diversa dall’artrite reumatoide che colpisce anche soggetti giovani, i ricoveri hanno riguardato uomini e donne con più di sessant’anni.

(09-02-2006)

Link consigliati:
Artrite reumatoide

Artrosi



[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 09-02-2006 alle :