inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

economia

Prezzi, Umbria in linea con la media nazionale

L’inflazione cresce più rapidamente nei capoluoghi di provincia. Consumatori sempre più attenti al rapporto qualità-prezzo


L'andamento dell'inflazione in Umbria, a livello medio regionale, è in linea con il dato nazionale (+ 0,2% rispetto al mese predente), anche se ha caratteristiche difformi sul territorio. L'inflazione è infatti più “vivace” e rapida nella crescita nei capoluoghi di provincia (soprattutto a Perugia) rispetto a quella nazionale, ed è invece più lenta nei piccoli comuni umbri. Il consumatore umbro sembra orientarsi verso prodotti il cui prezzo si avvicina al prezzo medio rilevato. Questo, secondo gli esperti, testimonia un “atteggiamento prudente e consapevole” nella spesa, ma è anche indicativo di una minore disponibilità economica.

È quanto emerso dal convegno promosso da Regione Umbria, Ministero delle Attività Produttive, Università di Perugia ed Istat che si è tenuto a Perugia, anche se durante l'incontro, è stato più volte sottolineato che occorre disporre di un periodo più lungo di analisi, almeno un anno e quindi, fino a gennaio 2006, per meglio comprendere e definire la dinamica territoriale dei prezzi ed i comportamenti dei consumatori.

“L’Osservatorio prezzi - ha ricordato l'assessore al commercio della Regione Umbria, Mario Giovanetti - si articola in due sottoprogetti. Il primo riguarda la sperimentazione di un 'minipaniere umbro', che indica il valore minimo, medio e massimo di 38 beni di largo consumo attraverso rilevazioni mensili nei capoluoghi di provincia, a cui si sono aggiunti nel tempo anche i comuni di Foligno, Orvieto, Città di Castello, Narni, Spoleto e Todi. Il secondo è invece relativo alla costruzione di un numero indice dei prezzi al consumo per la regione Umbria, anche sulla base delle rilevazioni condotte nei comuni non capoluogo. Il nostro obiettivo - ha proseguito l'assessore – è di orientare gli umbri su acquisti consapevoli, fino a portarli a cambiare prodotto o punto vendita per difendere il potere di acquisto dall'inflazione e la qualità della spesa”.

(19-12-2005)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 19-12-2005 alle :