inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

Nettare divino

Dal 29 novembre al 3 dicembre ritorna a Torgiano la 25ma edizione del Banco d’Assaggio dei Vini d'Italia. All’hotel “Le Tre Vaselle” il prestigioso concorso enologico, abilitato dal Ministero per le politiche agricole


A distanza di 25 anni continua a suscitare un interesse tra i produttori ed i consumatori, che incrementano le loro presenze anno dopo anno, il Banco d'Assaggio dei Vini d'Italia, che si svolge dal 29 novembre al 3 dicembre all’hotel “Le Tre Vaselle” di Torgiano.
Il prestigioso concorso enologico, abilitato dal Ministero per le politiche agricole al rilascio di distinzioni e promosso dall'Associazione omonima che comprende la Regione Umbria, il Comune di Torgiano, l'Istituto nazionale per il Commercio Estero, l'Unione Regionale delle Camere di Commercio umbre, la Facolta di Agraria della Università degli Studi di Perugina, è l'unico concorso che fa valutare i vini italiani da giurati stranieri, provenienti da tutti i continenti, con un giudizio che ha valore mondiale.
A differenza degli altri concorsi enologici organizzati in Italia, il Banco non si propone di approvare tutti quei vini che superano un certo punteggio, ma di classificare a parimerito 5 vini appartenenti ad ognuna delle quattordici categorie in concorso che abbiano raggiunto il punteggio minimo di 80/100. Altra particolarità del Bavi è che i vini candidati all’ammissione sono resi “anonimi” da un notaio, che provvede ad etichettare tutti i campioni pervenuti per renderli riconoscibili soltanto mediante un numero progressivo.

I vini premiati nelle precedenti edizioni
Nelle precedenti 24 edizioni del concorso sono stati premiati complessivamente 1076 vini italiani, appartenenti a 18 regioni vitivinicole del paese. I vini appartengono a 292 case italiane, un numero piuttosto elevato, che testimonia l'obiettività del concorso e la costante crescita qualitativa dei vini italiani.
Tra le denominazioni trionfa costantemente il Brunello di Montalcino, con un palmares di 63 premi, seguito dal Bianco di Sicilia (46), il Chianti Classico (42), il Rosso di Toscana (32), l'Amarone (29), il Montepulciano d'Abruzzo (26), il Passito di Pantelleria (25). Meno premiati il Barolo (12 volte) e il Vino Nobile di Montepulciano (14). I più premiati sono stati i Banfi, la tenuta di Montalcino che dispone anche di una cantina in Piemonte, che è primatista con 67 premi. Zonin che partecipa con le sue varie aziende, ha raccolto complessivamente 32 premi. Al secondo posto assoluto la cantina cooperativa Cavit di Trento che ha ben 44 premi, seguita dalla siciliana Conte Tasca d'Almerita - Regaleali (31 premi).
I principali vincitori – sottolineano gli organizzatori - sono i più bei nomi dell'enologia italiana: Antinori e Frescobaldi, Lungarotti e Duca di Salaparuta, Rocca delle Macie e Donnafugata, Feudi di San Gregorio e Lageder, Cantine Florio e Leone De Castris. I vini vincitori a seconda della provenienza territoriale vedono prima la Toscana, con oltre 271 vini, poi Sicilia (152), Trentino-Alto Adige (122), Veneto (115). Il Piemonte è a quota 74 vini, l'Umbria a 70. Tra le province è fortissima Siena con 221 vini, seguita da Trento con 81, Palermo (74) e Perugia (68).

(28-11-2005)

Link consigliati:
Banco d’Assaggio dei Vini d’Italia



[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 28-11-2005 alle :