inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cronaca

In cammino per la giustizia e la pace

L'Umbria si prepara alla 16ma edizione della Marcia Perugia-Assisi. I temi chiave: “Al bando miseria e guerra, riprendiamoci l'Onu”. Iniziative contro la guerra e la povertà pensando a New Orleans


L'Umbria si prepara a diventare capitale di un mondo che vuole prendersi cura di se stesso, ad essere protagonista di una serie di iniziative per chiedere di mettere al bando guerra e miseria, con il pensiero rivolto alla tragedia di New Orleans, ma anche per 'salvare l'Onu'. Una settimana che culminerà con la Marcia per la giustizia e la pace Perugia-Assisi in programma domenica 11 settembre. “Una data difficile, che ha cambiato la storia”, ha detto Flavio Lotti, coordinatore della Tavola della Pace, nel corso della conferenza stampa di presentazione dei vari appuntamenti a Perugia.

L'11 SETTEMBRE ANCHE PER LA GIUSTIZIA E IL FUTURO DELL’ONU
L'11 settembre, da quattro anni una data simbolo per il mondo intero, sarà il giorno della Marcia della Pace Perugia-Assisi. Sarà il giorno che chiuderà una settimana di confronti intorno ai temi della miseria, della guerra, del terrorismo e dell'unilateralismo, ma anche su giustizia e futuro dell'Onu, che di lì a pochi giorni vivrà a New York il più grande vertice della storia, con 176 paesi partecipanti.
La Marcia sarà anche una riflessione sulla data prescelta, per l'appunto l'11 settembre, scadenza simbolica dal giorno degli attacchi alle Torri Gemelle e dalla successiva dichiarazione di “guerra al terrorismo”. Un mondo – prosegue Lotti - “sempre più affamato, disperato, violento e violentato. E di fronte a questo mondo ci saranno i capi di Stato di 176 Paesi chiamati a prendere parte a quello che l'Onu stesso ha definito il più importante vertice della storia e che rischia in realtà di affondare le Nazioni Unite. Ciò spiega perchè dunque in occasione di questa sedicesima edizione della Marcia della Pace Perugia-Assisi sia stato deciso di inserire anche il tema Onu, ovvero marciare e mobilitarsi “per dare un futuro all'Onu”. Ma questo appuntamento non va letto come routine, perchè “è in realtà un cammino di pace profondamente raccordato con l'attualità, con il mondo concreto in tutti viviamo. La Marcia ha tre obiettivi chiave: denunciare, creare consapevolezza, rilanciare proposte di pace”.

TRE OBIETTIVI CHIAVE: DENUNCIARE, CREARE CONSAPEVOLEZZA, RILANCIARE PROPOSTE DI PACE
Denunciare - ha spiegato Lotti - “il pesantissimo attacco lanciato contro l'Onu; denunciare che l'Italia è il Paese più avaro tra quelli industrializzati nella lotta alla miseria e alla povertà. Abbiamo la forte preoccupazione che dall'Italia, con il suo capo di governo, venga un forte contributo ad affossare l'Onu. Abbiamo un governo che va a New York senza aver sentito prima una commissione parlamentare su un tema così importante”.
Quanto al secondo obiettivo, “competenza e speranza sono le condizioni essenziali per favorire il cambiamento. Vogliamo partire dall'Italia perchè sappiamo che il nostro Paese occupa un posto importante e le decisioni che assume hanno una rilevanza e un impatto notevoli per una moltitudine di persone”. Quindi il terzo obiettivo: “Lavorare per offrire proposte concrete su ciascuno dei problemi cardine, come mettere al bando la miseria, mettere al bando la guerra, per la giustizia, per il futuro dell'Onu. Con uno scarto in più per vincere il terrorismo. Ripartendo proprio dall'Italia”. Tutto questo fa sì che l'edizione del 2005 della Marcia della Pace sia “la più difficile negli ultimi tempi”.

Tra le varie iniziative, quest'anno una riguarderà il mondo dei mass media, in programma mercoledì 7 a Perugia, dove Elisa Marincola, della Tavola della Pace, piloterà il confronto tra operatori dell'informazione di diversa provenienza ed appartenenza per testate e quanti lavorano in organizzazioni, enti ed associazioni umanitarie, puntando in particolare su quale possa essere il dialogo e la formazione reciproca tra operatori della comunicazioni ed operatori di pace.

(05-09-2005)

Link consigliati:
Tavola della Pace



[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 05-09-2005 alle :