inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

ambiente

Dall’Ue 25 milioni per ambiente e cultura

La Giunta regionale ha ammesso al finanziamento 90 progetti presentati da 58 enti pubblici per la riqualificazione di musei, siti archeologici, edifici e strutture storiche, siti ambientali e aree faunistiche


In arrivo oltre 25 milioni di euro per interventi di valorizzazione dei beni culturali ed ambientali dell’Umbria. Con l’approvazione del Piano attuativo della Misura “Valorizzazione risorse naturali e culturali: progetti tematici” del Docup Obietivo 2 2000-2006, la Giunta regionale ha ammesso al finanziamento 90 progetti presentati da 58 enti pubblici tra Comuni, Comunità Montane, Province e consorzi. I finanziamenti attivati si compongono di 20 milioni 72 mila euro di fondi del programma Docup a cui si aggiungono 4 milioni 200 mila di risorse Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) riferite al piano quadriennale 2005-2008 degli “interventi per le aree depresse” e 904 mila euro, sempre di fondi Cipe, per le “Aree terremotate”.

I venti milioni di risorse Docup sono assegnati agli enti destinatari per il finanziamento di 90 progetti, 23 dei quali riguardano la riqualificazione di musei, raccolte, siti archeologici, edifici e strutture storiche, 52 sono rivolti a beni e siti ambientali, aree faunistiche, ecolaboratori e piani di gestione dei siti “natura 2000”, e 5 riguardano progetti intersettoriali cultura-ambiente. Le risorse aggiuntive Cipe del programma “Interventi per aree depresse” (4 milioni 200 mila euro) rendono invece finanziabili altri 11 interventi su beni culturali ed ambientali, mentre tre percorsi sentieristici a grande valenza turistica avranno a disposizione altri fondi Cipe (904 mila euro) del Piat (Programma integrato area del terremoto).

L’approvazione del Piano attuativo degli interventi è conseguente al bando di selezione pubblicato nel mese di novembre 2004 cui hanno partecipato in tutto 82 enti pubblici che hanno presentato 203 progetti: 102 per i beni culturali, 82 per quelli ambientali e 19 nel circuito integrato cultura-ambiente. Un numero di elaborati molto superiore alle risorse disponibili che, grazie anche alle risorse aggiuntive Cipe permetteranno, come soprascritto, il finanziamento di 90 interventi. Per gli altri, temporaneamente esclusi dai finanziamenti ma dichiarati ammissibili per la qualità delle proposte formulate, la Giunta regionale si è riservata la facoltà di utilizzare ulteriori risorse comunitarie, nazionali e regionali eventualmente disponibili attraverso successivi “piani stralcio”. Sarà inoltre possibile per gli enti titolari di questi progetti di procedere all’attuazione anticipando la relativa spesa che la Giunta regionale si riserverà di rendicontare nell’ambito del programma del Docup obiettivo 2, per garantire il pieno utilizzo delle risorse.

“Con questo provvedimento – hanno detto gli assessori regionali all’ambiente, Lamberto Bottini e alla cultura, Silvano Rometti – si da concreta attuazione ad uno degli obiettivi principali del programma di legislatura che considera la valorizzazione della filiera ambiente-cultura uno dei fattori prioritari di sviluppo e qualificazione sociale ed economica dell’Umbria. Si tratta – sottolineano Bottini e Rometti - di un cospicuo intervento cui seguirà tra breve quello relativo al bando integrato turismo-ambiente-cultura, di cui è in corso in questi giorni l’istruttoria, che ha coinvolto oltre 1300 tra imprese ed enti pubblici i quali hanno presentato 25 progetti che svilupperanno investimenti per oltre 279 milioni di euro”.

(07-07-2005)

Link consigliati:
Regione Umbria



[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 07-07-2005 alle :