inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

economia

Vino, mercato in ripresa, ma serve una spinta in più

Bilancio moderatamente ottimista dei produttori umbri presenti al Vinitaly. Dopo la flessione del 2004 si intravvedono segnali di ripresa. Occorre valorizzare il "marchio Umbria" nel vino


Se il 2004 fu l’anno del “De profundis”, quello in cui per la prima volta si arrestò l’euforica tendenza positiva del vino, quest’anno i segnali di ripresa ci sono: i produttori ospiti dello stand umbro al “Vinitaly” di Verona (33 spazi aziendali per 36 aziende su 1200 metri quadrati, uniti nello slogan “Passioni d’Umbria” con le gigantografie di Burri che hanno preso il posto di quelle del Perugino) sono moderatamente ottimisti.

“Una crisi, per la verità, non c’è mai stata” - dice Marco Caprai - I visitatori ci sono, i contatti anche, operatori tedeschi, soprattutto, e anche da nuovi mercati, come quello libanese, molto vivace. Il fatto è – aggiunge – che l’Italia deve uscire dalla logica di produrre vino per pochi”. Per uscire da questa logica, il rimedio – secondo Caprai – è uno solo: “Il dramma di questo paese – dice – sono le filiere: se non si affronta questo problema nel modo dovuto, sui mercati siamo perduti”. Per Caprai (che ha recentemente messo insieme 6 aziende per lavorare insieme su questo terreno), ci vuole un miglioramento nel senso della qualità, dalle tecnologie di cantina alla formazione del personale, dalla selezione alla zonizzazione: i vitivinicoltori devono essere inseriti in un “training”, che punti al miglioramento del prodotto in tutte le sue fasi. “È solo su questa base – conclude Caprai – che può allargarsi la produzione di alta qualità”.

“Va senz’altro meglio dello scorso anno – sostiene Amilcare Pambuffetti della cantina “Scacciadiavoli” di Montefalco – non ci possiamo lamentare né dei visitatori né dei contatti. Di ripresa vera e propria non parlerei, ma di segnali sì: di fronte alla ‘disperazione’ generale dell’anno scorso, in cui si scontò la fine di un ‘effetto-moda’ del vino, oggi registriamo un aumento dell’interesse, che ci fa sperare di poter ben ripartire”. “Il calo è fisiologico” - afferma Carlo Carini - e non mi preoccuperei più di tanto. Lo stand umbro lo trovo bellissimo e funzionale, e l’ ‘isola del pranzo’ (il ristorante allestito al centro dello stand) è una magnifica vetrina dei prodotti tipici e dela gastronomia umbra, abbinata ai vini”. Ursula Gritti, della cantina omonima, sottolinea il “minor flusso di operatori”, anche se – afferma il direttore della cantina Giuseppe Mangiarotti – ci sono buoni contatti con i nuovi mercati, soprattutto in Oriente e in Brasile, oltre che del Nord Europa. “È essenzialmente un Vinitaly per addetti ai lavori”, dice Roberto Berioli, delle “Cantine Terre del Carpine”.

I rimedi? Mangiarotti e Berioli sono uniti su un punto: “Occorre fare sistema: è uno slogan fortunato e accettato, ma il fatto è che bisogna farne di più, e in modo concreto. È qui che le istituzioni devono aumentare il loro sostegno, è qui che abbiamo bisogno di loro”. “Fare sistema”, per Berioli, è attivare sempre più sinergie fra vino, cultura, turismo, paesaggio, tipicità, territorio: “Abbiamo tutti i numeri – dice – per andare avanti sui questa strada”. Mangiarotti, al lavoro in un progetto che aggregherà 15 cantine per la partecipazione, nel febbraio prossimo, alla “Pro Wein” di Düsseldorf (Germania), sottolinea che “bisogna spingere, operare tutti insieme. In questo modo si vende tutti di più”. “Non basta fare qualità, ci vuole il marketing”, dice Berioli, secondo il quale il “marchio Umbria” nel vino non è ancora abbastanza valorizzato, rispetto ad altre realtà territoriali, che hanno compreso meglio l’importanza della comunicazione. “Ci vorrebbero – dice – settimane in Umbria della stampa specializzata internazionale, giornalisti che facessero scoprire il ‘pianeta Umbria’ nel mondo. E qui devono aiutarci le istituzioni”.

(11-04-2005)

Link consigliati:
Vinitaly



[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 11-04-2005 alle :