inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

"Guerra della biga", anche la Regione contro il Metropolitan

La presidente Lorenzetti ha sollecitato i ministri degli Esteri e dei Beni culturali per riportare a casa il carro etrusco trovato a Monteleone di Spoleto e portato a New York


Il piccolo comune di Monteleone di Spoleto non é più solo a combattere la “guerra della Biga” contro il Metropolitan Museum di New York. Da qualche giorno é scesa in campo anche la Regione dell’Umbria, che ha sollecitato i ministri degli Esteri, Fini, e dei Beni culturali, Urbani, per riportare a casa il carro etrusco trovato ad inizio '900 in un campo da un contadino monteleonese e poi, dopo varie traversie, finito nel museo statunitense, dov'é esposto da vari anni.

Ad annunciare l'impegno diretto dell'amministrazione regionale umbra nell'azione avviata, anche legalmente, tramite l'avvocato Tito Mazzetta - monteleonese di nascita, ma da tempo residente ad Atlanta, in Georgia - per riportare la biga in Italia é stata la presidente della Regione, Maria Rita Lorenzetti, che é andata nella patria del prezioso carro per incontrare il sindaco, Nando Durastanti. “La biga é un pezzo delle radici dell'Umbria, un esemplare unico, rappresenta la nostra cultura”, ha detto Lorenzetti, annunciando di aver scritto a Fini ed Urbani per ottenere il sostegno necessario a riportarla dove fu scoperta. Una “battaglia né facile né breve”, l'ha definita Lorenzetti, quella per riavere il cosiddetto “Carro d'oro” a Monteleone. E in effetti, i responsabili del Metropolitan hanno già dato una risposta alla lettera inviata loro dall'avvocato Mazzetta: “È come se il Louvre dovesse ridare indietro la Gioconda”, hanno detto.

(21-02-2005)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 21-02-2005 alle :