inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

economia

Vertenza Ast, i sindacati non andranno a Bruxelles

I segretari nazionali di Fiom, Uilm e Fim scrivono al responsabile della federazione dei sindacati metalmeccanici europei: “La sede della trattativa è Palazzo Chigi”


I sindacati metalmeccanici italiani non andranno a Bruxelles, nella sede della federazione europea della categoria, a discutere del caso Terni con Thyssen Krupp.

Lo annuncia una lettera congiunta che i segretari nazionali di Fiom (Rinaldini), Uilm (Regazzi) e Fim (Caprioli) hanno inviato al segretario della Fem, Reinhard Kulmann. “Dopo l'incontro dell'altro ieri alla Fem con Tk - ricorda Mario Ghini, responsabile nazionale Uilm della siderurgia - era stato fissato un incontro sul futuro di Ast, da tenersi il 23 febbraio. I segretari dei nostri sindacati però non potranno essere presenti perché impegnati nella trattativa sul contratto. Ma nella lettera - continua Ghini - dopo aver espresso apprezzamento per l'iniziativa della Fem, si ribadisce che la sede naturale della trattativa su Ast é quel tavolo di Palazzo Chigi dove sia l'azienda sia il Governo avevano preso impegni per il futuro del polo siderurgico ternano”.

(11-02-2005)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 11-02-2005 alle :