inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cultura

Il dovere della memoria

Iniziative in tutta la regione per ricordare lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico nei campi nazisti. Il 27 gennaio del ’45 furono abbattuti i cancelli di Auschwitz: il mondo conobbe l’orrore della Shoah


Il 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, ricorre il "Giorno della Memoria", istituito con Legge del Parlamento Italiano in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti, per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti ai progetti di eccidio, e a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Al Morlacchi va in scena “La notte”
Per il quarto anno il Teatro Stabile dell'Umbria, in collaborazione con la Regione dell'Umbria, la Provincia e il Comune di Perugia, realizza un evento per conservare la memoria di questo tragico e oscuro periodo della storia nel nostro Paese. Giovedì 27 gennaio, alle ore 17,30, al teatro Morlacchi va in scena “La notte”, un progetto multimediale, tratto da “La nuit” di Elie Wiesel, considerata una delle testimonianze più importanti e sconvolgenti sull'Olocausto, dove l’autore, Premio Nobel per la pace 1986, testimonia la storia della deportazione e della morte ad Auschwitz della sua famiglia.
Per informazioni e prenotazioni: Teatro Stabile dell'Umbria (075.57542222)

“Un treno per vivere” proiettato nelle scuole
“Il 27 gennaio di ogni anno celebriamo questa giornata, perché atrocità come lo sterminio e la persecuzione del popolo ebraico, come di qualsiasi altro popolo, non abbiano mai più a ripetersi. Perché il nostro popolo non ceda mai all’indifferenza verso questa tragedia, per questo dobbiamo ogni giorno ricordare ciò che è accaduto. Ecco cos’è e cosa deve essere ‘Il giorno della memoria’”.
È quanto scrive la presidente della Regione Umbria, Maria Rita Lorenzetti, in una lettera indirizzata agli alunni delle scuole umbre, ai quali la Regione, per celebrare la “Giornata della Memoria”, ha inviato in visione una copia del film “Train de vie” (“Un treno per vivere”) di Radu Mihaileanu, dedicato al tema dell’Olocausto. Nel suo messaggio ai ragazzi, la presidente della Regione ha spiegato il senso della scelta della pellicola, “che racconta in chiave originale il dramma degli ebrei e lo fa parlando di un treno fantasma sul quale il protagonista fa salire un gruppo di persone per aiutarle all’atroce morte cui la follia nazista li ha destinati. E’ nostro desiderio – ha aggiunto – che il ‘Giorno della memoria’ non rappresenti soltanto il doveroso e giusto ricordo di una delle pagine più buie e vergognose del fascismo, ma un momento di riflessione, affinché le giovani generazioni di oggi e quelle che verranno, abbiano sempre la possibilità di sapere e di conoscere per poter ricordare”.

(26-01-2005)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 26-01-2005 alle :