inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

cronaca

L’Umbria sotto la neve

Tormente a Città di Castello, Gubbio e al Trasimeno. Bloccata la strada Eugubina. Chiusa per ore la Flaminia


Città di Castello, Gubbio e Trasimeno sono i comprensori che al momento continuano ad essere maggiormente interessati dalle nevicate. In queste aree sono in corso tormente che provocano forti disagi alla circolazione stradale.

Da pocche ore, nel tratto tifernate, è stata bloccata la 219 Eugubina, mentre tre mezzi della Provincia di Perugia tengono costantemente sotto controllo l'Apecchiese nei pressi di Bocca Seriola. Spazzaneve e spargisale sono al lavoro per liberare anche la 201 di Pietralunga e la 200 di Parnacciano, mentre è stata finalmente resa agibile la 106 della Baucca. In questi punti tuttavia il transito dei veicoli avviene con catene.

Nell'Eugubino una tormenta di neve ha determinato la chiusura per circa un'ora questa mattina del valico della Contessa, mentre sempre sulla 219 una serie di mezzi intraversati ha creato una fila di 5 chilometri.

È ripreso a nevicare, dopo una pausa di 2 ore, anche al Trasimeno, dove 4 mezzi della Provincia e un mezzo esterno sono impegnati a sgombrare le strade di Piegaro, Città della Pieve e Castel Rigone. Anche in quest'area non sono mancati piccoli incidenti dovuti all'intraversamento di auto e camion.

Nel Perugino sono obbligatorie le catene sulle strade di Fratticciola Selvatica, del Subasio, di Spello, di San Benedetto, dove è caduta fino a 30 centimetri di neve. Situazione in corso di miglioramento nel Folignate, dove la nevicata ha interessato soprattutto la parte settentrionale che da Nocera Umbra va a Sellano. La Flaminia è rimasta chiusa per quasi 4 ore questa mattina a causa di mezzi pesanti in difficoltà, mentre tre incidenti, di cui uno abbastanza grave, si sono verificati nei pressi di Nocera Umbra. Qualche problema per la circolazione anche a San Terenziano e Collazzone.

Nelle località appenniniche (Verchiano e Volperino) sono obbligatorie le catene. Tutte percorribili invece le strade del comprensorio di Todi e di Spoleto, anche se in questo caso non si allenta la tensione per i Passi di Spina e di Pistrino, dove il transito avviene con catene. Stessa situazione a Forca Canapine e sui valichi della Valnerina.

(25-01-2005)

Link consigliati:
Umbria Meteo



[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 25-01-2005 alle :