inUmbria on line nelCentro on line inItalia on line in Europa on line nel Mondo on line nellUniverso on line
 
 
| Home | sul sipario | libri da vedere | links | contatti |
 

economia

Acciaierie, la trattativa si sposta a Roma

Il Governo ha convocato per lunedì il tavolo nazionale a palazzo Chigi. I sindacati confermano lo sciopero di otto ore e la manifestazione unitaria per martedì


La presidenza del Consiglio dei ministri ha convocato per lunedì 24 gennaio, a palazzo Chigi, il tavolo nazionale sulla vertenza dell'Acciai speciali Terni. Lo ha reso noto la presidente della Regione Umbria, Maria Rita Lorenzetti, dopo averlo appreso dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri, Gianni Letta.
All'incontro sono stati invitati i ministri Buttiglione, Lunardi, Maroni e Marzano, i presidenti della Regione Umbria e della Provincia di Terni, il sindaco di Terni, il presidente provinciale di Assindustria e, Michael Rademacher per l'Ast-Tk, oltre alle segreterie confederali e di categoria delle organizzazioni sindacali.

Nell'ambito della stessa vertenza, il giorno dopo, martedì 25 gennaio, è in programma uno sciopero di otto ore con manifestazione sindacale a Roma.

I sindacati ritengono “un fatto importante” la convocazione del tavolo nazionale, ma per ora confermano lo sciopero e la manifestazione a Roma di martedì. “La convocazione del tavolo a palazzo Chigi – commenta Gianfranco Fattorini, segretario provinciale Fiom-Cisl – è certamente un fatto importante, anche se le ragioni sulla rottura degli incontri a Terni per noi rimangono invariabili. Le iniziative che abbiamo messo in atto sono ancora valide e, al momento, non ravvisiamo le ragioni per sospenderle. Vedremo - ha concluso - cosa scaturirà dall'incontro di palazzo Chigi, ma per il momento la situazione rimane immutata”.

(21-01-2005)




[torna ai risultati]
 


Periodo dal

al

Argomento

Parola chiave:


torna ai risultati
 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 21-01-2005 alle :