Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo Enogastronomia Virtual
Poleis
Innovazione
Tecnologica
 
 cultura    NOTIZIE O Line

Brajo Fuso in mostra a Perugia e Torgiano

Nel trentennale della scomparsa, due mostre esporranno le opere del celebre artista della Debrisart, un originale perugino dedito all’altrettanto insolita Arte del Rottame dal 1945 al 1980


Dal 21 Novembre 2009 al 9 Gennaio 2011, Perugia renderà omaggio al celebre e originale artista perugino, Brajo Fuso, con una mostra antologica, che raccoglierà le molteplici e variegate opere prodotte durante tutto l'arco della sua produzione, dal 1945 al 1980, anno della sua morte. In contemporanea, a Palazzo Malizia a Torgiano, si terrà dal 14 Novembre 2009 al 9 Gennaio 2011, un'esposizione delle ceramiche dell'artista.

Le due mostre, saranno una grande opportunità per conoscere la personalità di questo eclettico personaggio che, da medico ed odontoiatra, divenne uno dei maggiori artisti europei del XX secolo, come lo definì il noto critico d'arte Giulio Carlo Argan.
Fuso si accostò all'arte nel 1945, con curiosità e quasi per caso, stimolato dalla moglie pittrice Bettina e ben presto trovò il suo stile nella cosidetta Debrisart o Arte del Rottame. Ogni tipo di materiale povero o di recupero come tubi, piatti, pinze, ferro, parti di automobili, vetro, ceramica e molto altro ancora, sono stati utilizzati dall'artista per plasmare la realtà, sperimentando, rimodellando o addirittura precorrendo, idee e tecniche riprese poi da importanti artisti europei.

La mostra tuttavia può solo in parte rendere merito all'attività di questo personaggio che non si limitò a produrre quadri, sculture e ceramiche, ma che costruì un vero e proprio museo all'aria aperta dove le sue creature potessero vivere. La vera genialità di Brajo Fuso ci viene così offerta visitando il Fuseum, un complesso situato sulla collina di Monte Malbe a Perugia, dove uno stupendo bosco di lecci, che circonda la vera e propria galleria-museo (la sola per ora aperta al pubblico) custodisce molte delle sue creazioni. Lo stesso cancello posto all'ingresso ideato dall'artista, la cinta muraria incastonata di rottami di ogni tipo, il viale di accesso, la piazzetta antistante i padiglioni il cui pavimento di cemento grezzo è lastricato con materiali assemblati casualmente, accolgono il visitatore in una vera e propria opera vivente. Passeggiando per il bosco, attraversato da vialetti realizzati a mosaico con i soliti materiali poveri, si possono così incontrare, sculture mobili come quella formata da cerchi metallici appesi ai rami di un albero, che fanno udire il proprio suono se mossi dal vento; oppure le Pratosculture, realizzate usando bottiglie di vetro capovolte fissate nel terreno; e ancora sculture in plastica, vetro e alluminio, nonché opere in lamiera, ferro, cartapesta, gesso e cemento.

In un mix affascinante dove natura, materia e arte si fondono traendo alimento l'uno dall'altro, si può riscoprire l'anima di un artista che con la sua originalità ha lasciato un segno indelebile nel paesaggio artistico europeo.

Manuela Dicati


(19-11-2010 06:59)

Link consigliati:

La fotogallery su Brajo Fuso

 
[ stampa ]    [ archivio ]  [ home ]

fwfdsf

L'Umbria che eccelle premiata a Todi

Assisi Suono Sacro, musica e spiritualità in Umbria

Nove candeline per il Trasimeno Music Festival

Dimore storiche, su il sipario su “Storie di ville e giardini”

Un progetto per “La Ceramica Made in Umbria”

Taglio del nastro per il Gluten Free Fest 2013

Ad Assisi, aspettando Con il cuore

Papa Francesco ad Assisi il prossimo 4 ottobre

L’Umbria al Festival di Cannes con Giovanna Vignola

A Perugia, l'inganno di venticinque artisti internazionali

Nove candeline per il Trasimeno Music Festival

Umbria Water Festival 2013… T.V.B. – Ti voglio Bere

Dieci anni di Ra.Mi. in Amazzonia

Perugia sempre più green col Festival della mobilità alternativa

In Umbria, quattro giorni per l’Europa

Dall’ominide all’omìno, riflessioni semiserie di antropologia perugina

A Perugia, Svoltamola!

 


Pubblicato in S.Mariano - Perugia - Italia - Ultimo aggiornamento: 19-11-2010 alle :